Arsenal, Wenger rivela il suo più grande rimpianto

Ventidue anni, un allenatore, una squadra e un rimpianto, enorme. La clessidra di Arsene Wenger alla guida dei Gunners sta scadendo, e le partite alla fine di un’avventura lunga – lunghissima, all’apparenza interminabile – sono appena cinque, forse sei. Le ultime quattro di Premier inizieranno con l’ennesimo faccia a faccia contro il grande rivale (e ora amico) Mourinho, senza ormai più poter sperare in una qualificazione alla prossima Champions ma puntando a consolidare il piazzamento Europa League. Dunque, proprio dalla coppa Wenger ripartirà la settimana seguente, dopo l’1-1 dell’Emirates contro l’Atletico Madrid, e continuando la caccia alla finale di Lione, che potrebbe consegnare al francese il primo titolo europeo della sua intera carriera. E proprio l’Europa è stata una delle principali pecche della sua storia londinese, tanto che lo stesso Wenger – alla vigilia della sfida al Manchester United – ha rivelato il suo più grande rimpianto nella guida oltre ventennale dello stesso club.

Fonte: SkySport

Commenti