Barça-Real, Clásico senza pasillo: ma Iniesta…

Zidane non si sbilancia

L’hashtag, lanciato sulle pagine del Mundo Deportivo, appoggiato poi anche da Marca, ed ora cliccatissimo nel web, è #PasilloaIniestaenElClásico. Perché la tradizione sarà anche stata già rotta in passato, ma non sarebbe un caso se un giocatore del talento di Don Andrés mettesse tutti d’accordo, ancora una volta. L’idea sarebbe quindi quella di un pasillo inedito, perché comune: non una squadra per l’altra, ma due squadre (insieme) per uno solo, tra i migliori centrocampisti e giocatori mai esistiti su un campo di calcio. L’omaggio per Iniesta sarebbe così totale, e commovente. Anche se lo stesso Zidane, sempre in conferenza pre Clasico, non è sembrato totalmente aperto verso l’iniziativa: “Su Iniesta mi sono già espresso in passato, lo ammiriamo tutti e sappiamo tutti che non è un giocatore qualunque – ha detto il francese, criptico – lo saluteremo, gli faremo i complimenti e gli augureremo fortuna per il suo futuro”. Ma allora la domanda rimane: pasillo sì o pasillo no? Per il mondo del web pochi dubbi, e molti ne sono a favore. I tifosi del Barça, ovvio, ma anche chi tiene al Real, e sa andare oltre la differenza di maglietta nell’ammirare un giocatore unico come lui. Senza dimenticarsi, poi, di quel gol l’11 luglio del 2010 a Johannesburg, quando tutta la Spagna intera festeggiò grazie alla sua rete nella finalissima contro l’Olanda.

Fonte: Sky

Commenti