Sarri, arbitri, Conte: De Laurentiis dice tutto

“Juve crea sudditanza, con Calciopoli si è andati leggeri”

De Laurentiis poi parla di tutto il sistema arbitrale: “Sono stati fatti degli errori, ma non mi va di andare contro il VAR perchè ne sono un sostenitore. Ma va sfruttato in maniera migliore, perchè il giudice deve essere inappellabile. E perchè ciò accada, non ci deve essere un arbitro ma un tecnico, uomini al di sopra di ogni sospetto. Il VAR deve costituire un controllo matematico, l’ultima inappellabile decisione e stop. Poi darei due possibilità di utilizzo agli allenatori per ogni tempo, in modo da togliere ogni dubbio. Nicchi ha difeso la casta, ha parlato da politico. Gli arbitri andrebbero selezionati e al terzo errore dovrebbero stare fuori. Sudditanza per la Juventus? C’è sempre stata, parliamo della squadra della famiglia più potente d’Italia. Con Calciopoli non si è risolto nulla, anzi si è andati leggeri per non schierarsi contro Agnelli e la Fiat. Bisogna essere credibili, avere una struttura che inviti un bambino a giocare a calcio invece di stare davanti ai videogiochi. L’Eca deve visionare, pagare l’UEFA e far dipendere da sé la FIFA. Infantino studia il Mondiale e noi club dobbiamo prestare i nostri 6 mila atleti alle Nazionali. Se dobbiamo fare il circo per far guadagnare FIFA e UEFA non ci sto, perchè devono essere loro a decidere quanto guadagniamo dalla Champions e come funziona il sorteggio? E guarda caso poi prendiamo sempre Real Madrid e Barcellona noi italiane…”. E ancora: “Il problema però è internazionale, come si fa a non vedere i rigori di Roma e Bayern? Viene naturale spostare i pensieri su altri campi. E Collina è contro di noi, è un nostro nemico”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 529 volte