Miracoli ed errori, la strana serata di Gigio

È in questo istante che l’intera nave guidata da Gattuso è affondata e con essa il suo estremo difensore che, però, prima di alzare bandiera bianca si è esibito in un altro grande intervento, sempre ai danni di Dybala. L’attaccante argentino ha effettuato di nuovo lo stesso tipo di conclusione, ma questa volta qualche metro più indietro e indirizzando la sfera verso il primo palo. Donnarumma è stato bravissimo e in volo ha lasciato di nuovo l’avversario con l’amaro in bocca. Anche in questo caso il miracolo però non è bastato. Dal corner infatti Douglas Costa ha trovato lo spazio per il mancino e costretto il classe ’99 alla prima papera della partita: Gigio ha sbagliato la presa e incassato il raddoppio.

Questo ha rappresentato invece il momento in cui è precipitata la serata del portiere rossonero. Dopo appena due minuti di gioco infatti, Donnarumma non è riuscito a trattenere una facile deviazione aerea di Mandzukic e sulla sfera si è avventato ancora Benatia che ha siglato la personale doppietta. La partita del futuro numero uno della Nazionale è diventata un vero e proprio incubo fino alla beffa finale provocata da Kalinic che gli ha bucato l’uscita alta deviando il cross nella propria porta. 4-0 e addio sogni di gloria. La partita è finita e per il rossonero è arrivato forse l’episodio più piacevole della sua finale: l’abbraccio post match con Buffon. Un passaggio di testimone – e un primo messaggio per ripartire e rialzare la testa – da un portiere che ha appena giocato la sua ultima finale a uno che ha ancora una vita davanti per togliersi delle soddisfazioni, come sussurato dallo stesso capitano bianconero: “Hai ancora 20 anni”. Ovvero, il tempo è dalla tua e avrai ancora tante occasioni per vincere.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 762 volte