Bonucci: “Poco da far festa, pensavo anno diverso”

Un pari che porta con sé qualche rimpianto, per come è maturato, ma che dà la sicurezza al Milan di disputare l’Europa League per il prossimo anno. Ad ogni modo, la gara finale con la Fiorentina va vinta per i rossoneri, così da avere la certezza della fase a gironi senza passare per i preliminari. È questo il primo concetto che Leonardo Bonucci vuole sottolineare, ai microfoni di Sky Sport: “Non è un risultato da festeggiare, questo. Domenica ci attende una vera e propria battaglia, una sfida da vincere in modo da preparare al meglio la stagione. Conto su uno stadio pieno che ci possa spingere”. Centrato l’obiettivo minimo, il capitano ha tracciato il primo bilancio stagionale: “Ci aspettavamo un anno differente, ma fortunatamente poi siamo cresciuti molto. Abbiamo perso troppi punti con squadre alla portata e non ce lo possiamo permettere, ma l’anno prossimo i tanti giovani che abbiamo in rosa saranno molto più pronti”. La prestazione odierna è stata positiva, per il difensore. “Voglio fare i complimenti a tutta la squadra, oggi servivano gli uomini prima dei calciatori. L’Atalanta è stata brava a crederci fino alla fine, saremmo dovuti essere più attenti. Ora guardiamo avanti”.

“Donnarumma sarà un grande portiere”

Alla prima uscita dopo la discussa finale di Coppa Italia, Bonucci si è schierato al fianco di Donnarumma: “Alla sua età ho fatto errori peggiori, ma ho cercato di capire dove sbagliavo. La sua partita oggi è stata positiva, non è facile quando si hanno tutte queste pressioni ma sono certo che diventerà un ottimo portiere”. Da un numero uno all’altro, il giocatore ha salutato Buffon: “Auguro a lui e alla Juve di vincere il campionato, è un successo meritato e non è banale dopo la stagione fatta dal Napoli. Gigi è un grande amico, mi mancherà come mi è mancato quest’anno, ma fortunatamente ci sentiamo spesso”.

Fonte: SkySport

Commenti