Calano simulazioni e proteste: i numeri del VAR

Var: tutti i numeri

397 PARTITE
2023 CHECK (sono state controllate 5,1 situazioni a partita, di cui 538 rigori, 407 rossi, 1060 gol)

117 Decisioni arbitrali cambiate -1 ogni 3,29 partite – (59 rigori,16 rossi, 42 gol)

76 Decisioni arbitrali cambiate con OFR (On field review)
41 Decisioni arbitrali cambiate FATTUALI (senza la revisione dell’arbitro, ma dopo l’ausilio del Var ndr)
18 Conferme arbitrali dopo OFR (On field review)

Percentuali errori senza VAR: 5,78%
Percentuale errori con il VAR: 0,89%

Tempo medio DECISIONE VAR prime 3 giornate: 1’2”
Tempo medio DECISIONE VAR Serie A: 31”5

Questo ci fa capire come dopo il primo impatto, la macchina organizzativa degli arbitri abbia trovato i meccanismi giusti per rispondere in campo alle varie situazioni.

Tempo medio decisioni cambiate prime tre giornate: 2’35”
Tempo medio decisioni cambiate (32” VAR + 50” OFR) Serie A: 1’22”

Importante la parte sul recupero, tempo effettivo, simulazioni, cartellini e proteste.

– Rispetto alla stagione precedente i tempi di recupero sono aumentati in media di 13’’ (5’28” stagione 2016/17, 5’41” stagione 2017/18)

Tempo effettivo rispetto alla stagione precedente in aumento di 43’’. (50’30” stagione 2016/17, 51’13” stagione 2017/18)

Gialli totali: Rispetto alla stagione precedente: -12,3% (1.719 stagione 2016/17, 1.508 stagione 2017/18)

Proteste: Rispetto alla stagione precedente: -17,5% (137 stagione 2016/17, 113 stagione 2017/18)

Simulazioni: Rispetto alla stagione precedente: -35,3% (34 stagione 2016/17, 22 stagione 2017/18)

Rossi totali: Rispetto alla stagione precedente: -7,1% (97 stagione 2016/17, 91 stagione 2017/18)
La stagione precedente 11 rossi per proteste, quest’anno 1.

Meno polemiche in campo, meno proteste, meno “furbi”. Dati totalmente positivi e in ogni caso, c’è da dire, rispetto ai dati di metà stagione è cambiato molto poco. Dopo il primo impatto, infatti, arbitri e Var si sono tarati al meglio soprattutto sui tempi per le decisioni. È aumentato, come dicevamo, il tempo effettivo di gioco, ma la sensazione è che, rispetto a quanto impiegato per decidere, il recupero è ancora un po’ basso. Se gli arbitri avessero fatto giocare di più, il tempo effettivo sarebbe aumentato ancora di più rendendo ancora maggiormente piacevole il gioco più bello al mondo. Un segnale comunque molto positivo: i margini di miglioramento sono ancora importanti.
 

Fonte: SkySport

Commenti