Giappone-Polonia LIVE: formazioni ufficiali

Le formazioni ufficiali

Giappone (4-2-3-1): Kawashima; H. Sakai, Yoshida, Makino, Nagatomo; Yamaguchi, Shibasaki; Ueda, Okazaki, Usami; Muto.
Ct. Nishino

Polonia (3-4-3): Fabianski; Bereszynski, Glik, Bednarek; Kurzawa, Krychowiak, Goralski, Jedrzejczyk; Zielinski, Lewandowski, Grosicki.
Ct. Nawalka

Il Giappone ha bisogno di un punto contro la Polonia già eliminata nell’ultima partita del Gruppo H per qualificarsi agli ottavi di finale. Dopo la vittoria contro la Colombia, il Giappone ha mostrato di essere capace di recuperare due gol contro il Senegal. Partita comunque da non sottovalutare: la voglia di rivalsa dei polacchi non è da prendere sotto gamba, Lewandowski e compagni cercheranno di onorare l’impegno Mondiale.

Statistiche e curiosità

Due precedenti contro la Polonia e due vittorie per il Giappone: un 5-0 del febbraio 1996 e un 2-0 del marzo 2002. Il Giappone è rimasto a secco in quattro delle ultime cinque sfide di Coppa del Mondo contro squadre europee (1V, 2N, 2P), segnando soltanto nella vittoria per 3-1 contro la Danimarca nel 2010. Soltanto una volta la Polonia ha affrontato una Nazionale asiatica ai Mondiali, perdendo per 2-0 contro la Corea del Sud nella fase a gironi dell’edizione 2002. Grazie alla rete contro il Senegal, Keisuke Honda è diventato il primo giapponese della storia ad andare in gol in tre edizioni dei Mondiali (2010, 2014, 2018). Con la sconfitta contro la Colombia, la Polonia è diventata la prima squadra europea a essere eliminata in questi Mondiali 2018. È la terza volta consecutiva (dopo il 2002 e il 2006) che i polacchi abbandonano il torneo nella fase a gironi. Takashi Inui ha segnato tre gol nelle ultime tre gare con la maglia del Giappone: nelle precedenti 26 ne aveva realizzati appena due. La Polonia non ha mai perso tutte e tre le gare del suo girone ai Mondiali. o È dal 2002 che il Giappone non resta imbattuto per tre gare di fila ai Mondiali. Quell’anno chiuse il proprio girone senza sconfitte e si qualificò agli ottavi di finale. La Polonia non mantiene la porta inviolata ai Mondiali dal 1986 (1-0 contro il Portogallo). Da allora, ha subito 23 gol in 10 gare. Il Giappone ha segnato quattro gol in questo Mondiale, raddoppiando il bottino del 2014; soltanto nel 2002, da co-padroni di casa insieme alla Corea del Sud, i giapponesi fecero meglio di così (cinque gol).

Fonte: SkySport

Commenti