“Strana” classifica marcatori: dove sono i bomber?

Rifinitori a quota 2

E gli altri che fine hanno fatto? Scorrendo l’elenco, dopo attaccanti “meno bomber” come Mandzukic, Defrel e Pavoletti (a quota 2) o giocatori più avvezzi all’assist che al gol come Gomez, Rigoni, Berardi, Zielinski, Perisic, De Paul e Boateng (quest’ultimo diventato falso nueve nel Sassuolo), anche loro a 2 gol, ecco che iniziano a spuntare i nomi eccellenti. Belotti, Dzeko, Immobile: appena un gol in tre giornate. Così come Milik, promosso al centro dell’attacco da Ancelotti. Addirittura a secco Higuain, Icardi e, incredibile ma vero, Cristiano Ronaldo.

Eppure per il capocannoniere della passata stagione era iniziato tutto al meglio: 25′ per ritrovare la confidenza con il gol, per Ciro Immobile, in un big-match contro il Napoli poi perso 2-1. Lo stesso si potrebbe dire di Dzeko (capocannoniere l’anno prima), al quale sono serviti 89 minuti alla prima di campionato per inventarsi un capolavoro dopo il quale ogni altro gol diventa un gioco da ragazzi. E Belotti? A secco alla prima (proprio contro la Roma), cresta rialzata una settimana dopo contro l’Inter. Troppo poco, per attaccanti di quel calibro.

Se i bomber fanno gli assist

Figuriamoci allora cosa può pensare chi all’asta del fantacalcio ha investito tutto e anche di più sugli attaccanti dal gol sicuro come Cristiano Ronaldo, Icardi e Higuain. La buona notizia in casa Juventus è che i bianconeri vincono (tre su tre) anche senza i gol del loro fenomeno, ma è inutile nasconderlo: tutti aspettano solo il primo gol italiano di CR7, quello che in teoria dovrebbe sbloccarlo e dare il via alla cascata. 270 minuti senza reti devono essere qualcosa di insopportabile anche per lui.

Icardi, assente contro il Bologna, non ha certo brillato contro Sassuolo e Torino, limitandosi a un assist per Perisic contro i granata. Stessa deriva per Gonzalo Higuain, decisivo contro la Roma ma nei panni del rifinitore, tanto da far pensare che dietro a quella spietata macchina da gol si nasconda un trequartista con i fiocchi.  

Fonte: SkySport

Commenti