Sgambati (Pres. Commissione sport Comune di Napoli): “Chiedo a De Laurentiis di dimenticare il passato, firmare la convenzione e fare il bene di Napoli”

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Carmine Sgambati, presidente della Commissione sport al Comune di Napoli

“Siamo particolarmente felici perché stamattina abbiamo riaperto il centro Ester. Un buon presidente lo ha rilevato per dare nuovamente a Barra il suo centro. Come sempre esistono presidenti buoni e
presidenti cattivi perché chi ama lo sport ci mette passione e non guarda solo il profitto. Non sta a me giudicare De Laurentiis, ma dico solo che tante volte da piccolo anche io giocavo a calcetto e per giocare pagavo il campo. In questa storia c’è un Comune che ha il campo e una società che deve pagare per far giocare la sua squadra al San Paolo. Abbiamo proposto tutte le soluzioni possibili al Napoli: fare una convenzione o pagare a domanda individuale, ma ad oggi non è arrivata la risposta alla richiesta individuale né la firma della convenzione per cui siamo in attesa delle proposte di proposte di De Laurentiis.

Il presidente del Napoli dice da anni che avanza dei soldi perché fece mettere i tornelli e non so quanto abbia pagato alla scorsa amministrazione. Lui dice che avanza 2 milioni e passa, posso dire che anche il Comune avanza tanti fitti non pagati per cui bisogna sedersi al tavolo e mettere a posto i conti. Anzi, dico di più e mi rivolgo a De Laurentiis: azzeriamo tutto, ripartiamo da oggi, firmiamo una convezione e facciamo il bene della città. Mi propongo anche come mediatore tra De Laurentiis e De Magistris.

Chi fitta un sito comunale per un evento privato dà il fitto più il 10% dell’incasso, ma è una delibera che esiste da sempre. La questione San Paolo si risolve con poco: De Laurentiis deve accettare il mio invito, sedersi al tavolo, ascoltare le nostre ragioni e proporre le sue”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 660 volte