Spurs, incognita stadio: Wembley fino al 2019?

Continuano ad addensarsi nuvole sopra il nuovo stadio del Tottenham. Inizialmente annunciata per l’avvio di questa stagione l’inaugurazione del nuovo gioiello da 62.000 posti (sostituirà lo storico White Hart Lane, ndr), il club, a causa di ritardi dei quali non si conosce l’origine, sta continuando a posticipare la possibile data in cui la squadra potrà calcare il nuovo campo. Per ora gli Spurs, come già successo nell’ultimo anno, stanno giocando le proprie gare di Premier League a Wembley e, secondo quanto riportano le fonti inglesi, così sarà almeno fino al 15 dicembre, data per la quale la società londinese ha rassicurato la FA che sarà lasciata la struttura dedicata alla nazionale. L’ultima a Wembley potrebbe coincidere dunque con la sfida contro il Burnley, mentre la prima nel nuovo stadio sarebbe – secondo le stime – quella del Boxing Day contro il Bournemouth. La mancanza di chiarezza e le poche comunicazioni da parte del presidente Daniel Levy, che si è scusato settimana scorsa con i tifosi, lasciano però aperta la possibilità che il Tottenham possa giocare a Wembley anche tutta la restante fetta della stagione. Secondo quanto filtra, infatti, i funzionari del club avrebbero avvertito lo stesso chairman del pericolo che tutto possa essere rimandato al 2019. Pochettino e la squadra sperano di riavere la propria casa entro Natale, ma la fiducia sta man mano diminuendo. Intanto, la UEFA ha già comunicato che il club giocherà le partite della fase a gironi di Champions League a Wembley, mentre il club saprà a breve se potrà scendere in campo nella gara di Carabao Cup contro il Watford nello stadio del MK Dons.

Fonte: Sky

Commenti