T. Silva: “Giocatori fuori ruolo? Chiedete al ds”

Il Psg ha iniziato con il piede storto il suo cammino in Champions, perdendo in extremis la sfida in casa del Liverpool per 3-2. A metterci la faccia a fine partita ci ha pensato il capitano, Thiago Silva, che ha analizzato così l’andamento della gara: “Abbiamo sofferto nel primo tempo – ha spiegato il centrale brasiliano -. Poi abbiamo avuto carattere per tornare in partita e pareggiare. Sono complessivamente felice della prestazione della squadra, il match era di altissimo livello. Contro i Reds siamo stati puniti, ma dobbiamo rimanere calmi e continuare a lavorare. Non siamo stati molto bravi a creare gioco, ci siamo affidati ai lanci lunghi. Il Liverpool ha premuto alto e noi non siamo riusciti a trovare la giocata giusta per innescare Neymar, Cavani o Mbappé. Credo comunque sia stato un match equilibrato. Il Psg ha controllato per dieci minuti, poi l’hanno fatto loro. Non eravamo concentrati al 100%, altrimenti quei gol non li avremmo subiti. Vedremo le soluzioni giuste per correggere questi errori”. L’ex Milan ha poi commentato anche la prova di Neymar, decisivo nella rete del momentaneo 2-2: “Ha cercato di aiutare la squadra, facendo quello che ha chiesto l’allenatore – ha aggiunto -. Le persone cercheranno di trovare il colpevole di questo ko, ma siamo tutti responsabili”. In chiusura di intervista il difensore dei parigini non ha risparmiato, però, una critica velata nei confronti del ds, Antero Henrique. Tuchel, infatti, ha schierato nell’11 titolare Marquinhos nella posizione di intermedio di centrocampo e Di Maria al suo fianco a fare da mezz’ala. “Se c’erano troppi giocatori fuori ruolo? – ha concluso Thiago Silva -. È una domanda che dovete rivolgere al direttore sportivo”. Il capitano non ha evidentemente gradito il mercato operato dalla società che non ha provveduto a rimpiazzare la doppia partenza di Thiago Motta e Lo Celso. Una carenza di cui dovrà approfittare anche il Napoli se vuole restare in corsa per la qualificazione.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 155 volte