Il Grande Sabato in esclusiva su Sky

Sabato 29 settembre. Arriva il Grande Sabato in esclusiva su Sky. Una giornata di emozioni uniche per i nostri abbonati. La prima sfida scudetto di questo campionato e la partita che per una città vale l’intera stagione. Ma anche la ricorsa Mondiale della Ferrari e il match più bello di questo inizio di Premier League. Vietato perdere per tutti i protagonisti, vietato perdersele se i protagonisti potete essere anche voi. Non siete ancora abbonati a Sky? Ecco una grande occasione per farlo, basta andare su sky.it, e siete ancora in tempo.

Quattro fantastici eventi trasmessi in esclusiva. Questo il calendario del Grande Sabato che ci attende:

Qualifiche F1 – Gp Sochi (in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD, ch. 207 h 14)

Il weekend inizierà, dopo le libere del venerdì, con le qualifiche di Formula 1. Si disputeranno in Russia, a Sochi per l’esattezza, e sarà il primo di sei appuntamenti finali che decreteranno il campione del Mondo. Lewis Hamilton ci arriverà da leader della classifica con 281 punti, 40 punti in più rispetto al suo diretto inseguitore, Sebastian Vettel, pronto a dare il tutto per tutto per cercare di riaprire il discorso vittoria e accorciare il ritardo dal rivale della Mercedes, mentre alle loro spalle si piazza al momento l’altro ferrarista, Kimi Raikkonen, che mantiene tre lunghezze di vantaggio sul connazionale Valteri Bottas. Fu proprio quest’ultimo ad aggiudicarsi l’ultimo Gran Premio corso in terra russa, mentre l’anno precedente fu preda di Nico Rosberg, nella stessa stagione di F1 che lo decretò campione del mondo prima di prendere la decisione di ritirarsi. Questa pista rappresenta, invece, per la Rossa un autentico tabù, non avendo mai centrato il primo posto da quando il Gp è stato istituito nel 2014 (furono disputati due gare nel 1913 e 1914, ma a San Pietroburgo, vinte da Suvorin e Schöll su Benz), con i primi due successi finiti proprio nelle mani di Hamilton, record man di vittorie sulla pista. L’anno scorso la scuderia di Maranello ci andò vicino, realizzando una splendida doppietta nelle qualifiche, con Vettel piazzato davanti al finlandese prossimo all’addio al Cavallino, ma in gara Bottas sorpassò alla partenza entrambe le Ferrari, riuscendo a resistere anche all’attacco del tedesco nei giri finali. Il ferrarista non riuscì ad azzardare l’attacco finale per evitare una collisione con Alonso in fase di doppiaggio e dovette accontentarsi del secondo posto, con Raikkonen a completare il podio. Per i due piloti della Mercedes, l’ultima tappa a Sochi fu una prova dai due volti contrapposti: per Bottas si trattò, infatti, della prima vittoria in carriera in F1, mentre il britannico in Russia mancò per la prima volta in stagione (e in carriera in Russia) il podio – 4° posto finale -, rischiando di rimettere in discussione il titolo Mondiale. Anche quest’anno il Gp russo può essere il crocevia del Mondiale. Vettel vuole un finale diverso da quello prospettato e la pole position centrata lo scorso anno è il primo segnale positivo con cui affacciarsi al prossimo Gran Premio. Diverso dovrà essere – rispetto all’ultimo precedente – il ritmo in gara, in particolare allo spegnersi dei semafori per evitare di ripetere lo stesso errore. La strategia vincente dovrà essere costruita insieme al compagno Kimi Raikkonen che può vantare il record del giro più veloce, stabilito proprio lo scorso anno in 1’36’’844.

Fonte: SkySport

Commenti