Come si può battere la Juve? L’opinione del Club

10 su 10. Un ruolino di marcia impressionante che non sembra conoscere ostacoli. La Juve continua a dare dimostrazione della sua forza, mette al tappeto ogni tipo di avversario, a prescindere dal livello, e dopo i primi quasi due mesi di stagione non conosce altro risultato se non la vittoria. 23 i gol realizzati, appena cinque quelli incassati: numeri che potrebbero sconfortare tutte le rivali. Eppure, anche la formazione di Allegri qualche difetto l’ha messo in evidenza in questa prima fase di campionato. Piccoli errori che rischiano di diventare, a questo punto, gli unici appigli a cui affidarsi per sperare di battere i bianconeri. Ognuno dei protagonisti presenti domenica allo Sky Calcio Club ha provato a spiegare quale potrebbe essere la strada giusta per fermare la Juve, attraverso alcune situazioni tattiche che si sono già viste in queste prime giornate e – seppur per brevi periodi – hanno reso la vita meno facile ai bianconeri. “Una soluzione può essere limitare il rifornimento ai giocatori con più talento che sono principalmente, ma non necessariamente, gli attaccanti – ha affermato Marchegiani -. L’ha fatto benissimo il Napoli nei primi venti minuti. Un pressing ultra offensivo che, oltre ad aver sorpreso un po’ la Juventus, ha tolto alla capolista questa confidenza nell’iniziare l’azione che, invece, contro l’Udinese si è vista in maniera esagerata. Anche la Lazio, in alcuni frangenti e in maniera diversa, era stata molto aggressiva, ad esempio con Wallace su Cristiano Ronaldo. Togliere spazio ai giocatori di talento. È difficile farlo per 90 minuti, ma può essere la via giusta”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 623 volte