Nuova vita per Sir Alex: addio al vino rosso

La salute al primo posto, vietato sgarrare pure di fronte alle passioni. Un imperativo d’attualità anche per Sir Alex Ferguson, leggendario allenatore del Manchester United dalla bacheca infinita: 38 i trofei conquistati alla guida dei Red Devils in 27 anni di gestione, era irripetibile soprattutto nella parentesi più delicata del club con il traballante José Mourinho in panchina e uno spogliatoio sul piede di guerra. Ciò nonostante nemmeno il meritatissimo riposo del manager classe 1941, ritiratosi nel 2013, gli ha permesso di coltivare in serenità i propri interessi: lo scorso maggio Ferguson è stato ricoverato e operato d’urgenza a causa di un’emorragia cerebrale, stop che non gli ha impedito di tornare all’Old Trafford in occasione del match contro il Wolverhampton. Un’accoglienza da brividi a distanza di quattro mesi dall’intervento, abbraccio collettivo per uno dei simboli storici dello United. Il quale, tuttavia, ha dovuto rinunciare ad una delle sue più grandi passioni per motivi di salute.

Fonte: Sky

Questo articolo è stato letto 67 volte