Van Nistelrooy cacciato dallo United? Offese CR7

L’ex portavoce del governo di Tony Blair, nonché amico fidato di Alex Ferguson, rivela infatti altre motivazioni riguardo alle separazione tra il club inglese e lo scatenato bomber olandese. Come pubblicato dal Times, infatti, Campbell spiega la partenza di Van Nistelrooy nell’estate del 2006: “La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata quando Ruud ha detto a Cristiano Ronaldo che aveva trovato un secondo padre in Carlos Queiroz appena dopo che il padre di Ronaldo, che era un alcolista, era morto”. Una mancanza di sensibilità che Queiroz, all’epoca assistente di Sir Alex, provò a ridimensionare: “Carlos gli ha chiesto di mostrare rispetto, tuttavia Ruud disse che in quello spogliatoio non c’era rispetto per nessuno. In seguito chiese perdono ma Cristiano non accettò le scuse“. Una vicenda che scatenò l’ira di Ferguson: “Alex mandò Van Nistelrooy a casa non appena seppe dell’accaduto – ha dichiarato Campbell -, non era sicuro di ciò che avrebbe fatto con lui”. Nel luglio seguente divenne ufficiale il passaggio al Real Madrid, destinazione che vide l’olandese segnare per quattro anni e ritrovare CR7 nel 2009. La domanda sorge spontanea: fu un caso che la convivenza tra i due in Spagna maturò solo nella stagione 2009/10? Già, perché l’ex PSV fece nuovamente le valigie verso l’Amburgo prima di chiudere la carriera al Malaga nel 2012 quando Ronaldo era già la superstar dei Blancos.

Fonte: Sky

Commenti