Napoli-PSG, le chiavi tattiche della sfida

Al giro di boa del gruppo più duro della Champions League, il Napoli è imbattuto al secondo posto con 5 punti, uno in più del Paris Saint-Germain: gli azzurri affrontano così la gara di ritorno col PSG, probabilmente quella decisiva per la qualificazione agli ottavi, partendo da una posizione di vantaggio che pochi avrebbero immaginato al momento del sorteggio. La squadra di Carlo Ancelotti sarebbe addirittura prima in classifica, se Di María non avesse tirato fuori dal cilindro la magia che ha fissato il 2-2 nei minuti di recupero dell’andata al Parco dei Principi.

La grande partita giocata due settimane fa ha rinforzato le ambizioni del Napoli di uscire da un gruppo difficilissimo avendo in tasca la qualificazione agli ottavi, ma ha anche determinato una svolta tattica nel PSG. Nelle successive due partite di campionato, contro l’Olympique Marsiglia e il Lille, Tuchel ha confermato il 3-4-2-1 con cui aveva affrontato gli azzurri nel secondo tempo, una mossa decisa all’intervallo per riequilibrare la sfida dopo un primo tempo dominato tatticamente dalla squadra di Ancelotti.

Come è cambiato il PSG

La linea di 5 difensori – Meunier e Di María sulle fasce, con Kehrer, Marquinhos e Kimpembe difensori centrali – ha permesso al PSG di difendere meglio in ampiezza, e in particolare sui cambi di gioco, con i due esterni che potevano restare più vicini ai due giocatori più larghi del Napoli, Mário Rui e Callejón. Ma anche garantito maggiore copertura centrale contro i due attaccanti azzurri, Mertens e Insigne, e il trequartista sul centro-sinistra, Fabián Ruiz, che come al solito si accentrava per ricevere dietro il centrocampo avversario.

Anche grazie alla nuova disposizione, che in fase di possesso avvicinava Mbappé, Neymar e Cavani e senza la palla rendeva meno problematico lo scarso contributo difensivo del trio d’attacco, il PSG era riuscito a riprendere il controllo della partita, gestendo di più la palla e alzando il palleggio nella metà campo azzurra, trovando il pareggio grazie all’autogol di Mário Rui.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 553 volte