Sandro Ruotolo: “Sarri? Una magia durata tre anni. Gestione cartellini per la Juve? Da correggere”

Il giornalista Sandro Ruotolo è intervenuto ai microfoni di Radio Crc Targato Italia, nel programma di Umberto Chiariello “Un calcio alla radio”. L’intervista è partita commentando una dichiarazione che lo stesso giornalista ha esposto in diretta televisiva qualche settimana fa, che riguarda la gestione dei cartellini in determinate partite di campionato:

<<C’è una visione diversa dei cartellini quando si gioca con la maglia bianconera e quando si gioca con altre maglie. Inchiesta di Report? A parte la vicenda di Superga, che è scandalosa, mi chiedo perché non ci fossero i margini per indagare su tutta la questione. Consentendo il bagarinaggio si è andati a finanziare delle persone con dei reati specifici.>>

Sul doping finanziario del Psg la Uefa è stata troppo leggera? <<Stiamo parlando di una società che porta tanto pubblico e molto interesse, penso che se fosse capitato a un’altra squadra meno importante del Psg, l’atteggiamento sarebbe stato meno morbido.>>

Napoli- Psg? <<Il Napoli stasera deve entrare in campo con la cosiddetta “cazzimma”, solo così sarà sicuramente una partita molto bella. Il clima già di per sé è bellissimo. Lo vedo tra i tifosi, molti francesi si sono radunati per farsi le foto con il murales di Maradona. Per stasera, invece, aspetto l’emozionante urlo Champions dei 55 mila.>>

Sarri? <<E’ stato un fenomeno sociale e uno stato d’animo condiviso, che va oltre l’essere un semplice allenatore. La sua presenza in azzurro è stata una magia meravigliosa durata tre anni. Ancelotti è il migliore allenatore di sempre e spero che, dopo il sarrismo, si possa presto parlare anche di l’ancelottismo.>>

Commenti