ANTEPRIMA Napoli vs Chievo, spazio a Malcuit e Rog?

Archiviata la sosta per la nazionale italiana, il Napoli si rituffa in campionato, per proseguire la corsa nelle vesti di anti Juve.  Domenica pomeriggio, al San Paolo,  sarà ospite il Chievo del neo tecnico Mimmo Di Carlo, chiamato al capezzale della squadra veneta nel tentativo di riportare  i gialloblù verso acque meno procellose. Ovviamente il compito è arduo e irto di difficoltà, vista la posizione di classifica della formazione guidata già da D’Anna e Ventura. Gli azzurri dal canto loro intendono confermare il  momento positivo per non perdere ulteriore terreno dalla capolista. Il tecnico azzurro, come suo solito, opterà per delle varianti di formazione, rispetto all’ultima partita di Genova. Un piccolo turn over che potrebbe vedere in campo sin dall’inizio Rog e Diawara. Naturalmente modulo che vince non si cambia, per cui ancora una  volta, la squadra scenderà in campo con il canonico 4-4-2. In porta, molto probabilmente, sarà confermato il colombiano Ospina, ma Karnesiz resterà alla finestra pronto a farne le veci in caso di chiamata dell’allenatore emiliano. Sulle fasce Malcuit a destra e Hysaj spostato a sinistra: al centro gli intoccabili Albiol e Koulibaly, mentre nella zona di  centrocampo spazio, come anticipato, a Rog e Diawara con Fabian Ruiz e Callejon sulle corsie esterne. Tandem d’attacco composto molto probabilmente  da Mertens ed Insigne. Milik, reduce dal gol in Nazionale, partirà nuovamente dalla panchina.  Vediamo allora i possibili schieramenti:

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Rog, Diawara, Fabian; Insigne, Mertens. All. Ancelotti

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Depaoli, Bani, Rossettini, Barba; Obi, Radovanovic, Hetemaj; Giaccherini, Birsa; Stepinski. All. Di Carlo

Il direttore di gara sarà il signor Chiffi di Padova. Per la cronaca il Napoli ha perso soltanto una volta negli ultimi dieci incontri di Serie A contro i veneti,  l’ultima sconfitta per i partenopei risale al settembre 2014, proprio in casa per 1 a 0 dopo che Higuain aveva sbagliato un rigore. Sono ben sedici i punti di distacco tra Napoli e Chievo, per cui, sulla carta il pronostico è tutto dalla parte degli azzurri.

Questo articolo è stato letto 381 volte