Il punto sulla A dopo il tredicesimo turno

Con l’ultimo  posticipo di questa sera tra Cagliari e Torno si concluderà la tredicesima giornata del massimo campionato italiano. Una giornata che ha consentito alla Juventus di allungare sul Napoli, portando il vantaggio a otto punti,  in virtù del regalo del Chievo, ultimo in classifica, capace di fermare gli azzurri al San Paolo sullo 0 a 0. Un risultato sorprendente e quasi inaspettato che ha deluso  i tifosi azzurri, peraltro  accorsi in cinquantamila a Fuorigrotta. Probabilmente il Napoli ha commesso il grave errore di prendere sottogamba l’avversario, credendo di avere già la vittoria in tasca.  Lo stesso tecnico, non solo non ha mandato la squadra in ritiro, ma ha anche schierato una formazione discutibile che non ha reso al meglio delle proprie possibilità.  Gli uomini di Ancelotti sono apparsi poco concentrati e poco volitivi per centrare il successo, tuttavia hanno avuto contro anche la sfortuna, ben due legni hanno negato loro il gol, oltre alle parate del portiere e al muro eretto dalla difesa clivense. Sta di fatto che i bianconeri ringraziano e si allontano sempre di più facendo scemare l’interesse su questo torneo che rischia di finire come i sette precedenti. Per quanto riguarda le altre partite non c’ è stato un altro risultato a sorpresa, forse non ci si attendeva la sconfitta dell’Atalanta per 3 a 2 ad Empoli, ma ci può stare, così come i pareggi per 1 a 1 tra Lazio e Milan e Genoa e Sampdoria nel derby della Lanterna. Anche il risultato ad occhiali nel derby dell’Appennino tra Bologna e Fiorentina non fa una grinza. La vera sorpresa di questo campionato è il Parma sesto in classifica dopo il 2 a 1 nel lunch match domenicale al Sassuolo. Di routine, naturalmente le vittorie per 3 a 0 dell’Inter sul Frosinone e per 2 a 0 della Juventus sulla Spal. Infine non scontata ma plausibile la vittoria dell’Udinese sulla Roma, molto più concentrata sulla Champions.

Commenti

Questo articolo è stato letto 663 volte