Champions, in 45mila per la sfida alla Stella Rossa. Gemellaggio tra le tifoserie, in 3000 da Belgrado

L’abbraccio c’è stato al termine di Napoli-Chievo. I 44mila del San Paolo hanno applaudito gli azzurri nonostante lo 0-0 che ha rallentato la corsa in classifica della squadra di Ancelotti. I tifosi ne hanno apprezzato lo sforzo nella ripresa e hanno tributato ai giocatori un caloroso riconoscimento.
L’ovazione convinta è quasi una sorta di appuntamento (virtuale) in vista di domani sera. Secondo quanto riporta l’edizione odierna de La Repubblica, lo stadio avrà lo stesso colpo d’occhio: la proiezione è di 45mila spettatori per la sfida che potrà decidere il futuro del Napoli in Champions League. Bisogna vincere contro la Stella Rossa e poi tifare Liverpool (impegnato al Parco dei Principi contro il Psg) per conquistare la qualificazione agli ottavi di finale con un turno di anticipo, altrimenti sarà tutto rinviato alla trasferta di Anfield. Il Napoli, dal canto suo, dovrà pensare a vincere la sua partita e quindi l’atmosfera sarà quella delle grandi occasioni.
La società di De Laurentiis ha già invitato il pubblico ad anticipare l’arrivo a Fuorigrotta, in modo da sottoporsi a tutti i controlli di sicurezza con calma. I tornelli apriranno alle 17 e quindi il San Paolo si colorerà presto di azzurro. Non mancherà neanche il bianco e il rosso della Stella Rossa. Il richiamo del confronto è stato forte a Belgrado e la prevendita ha avuto un buon ritmo nelle scorse settimane: sono attesi circa 2600 sostenitori provenienti dalla Serbia e l’attenzione da parte delle forze dell’Ordine è scontata. Sicuramente il gemellaggio aiuterà nella gestione dell’ordine pubblico, ma comunque i controlli saranno accurati e la città sarà presidiata nelle ore precedenti il big match.

Commenti