OBIETTIVO NAPOLI – Successo difficile in terra bergamasca

Partita difficile per il Napoli, che è riuscito a portare a casa una vittoria importante nonostante una prestazione non eccelsa.
Sul campo dell’Atalanta, gli azzurri hanno interpretato una partita prevalentemente di rimessa. La squadra di Ancelotti ha faticato a mantenere il pallino del gioco e ad iniziare le azioni da dietro. Tanti sono stati i lanci lunghi e le azioni offensive sono state caratterizzate soprattutto dalla ricerca di palle alle spalle della difesa bergamasca. Il Napoli ha sofferto la maggiore fisicità e freschezza atletica atalantina. Ciononostante i maggiori presupposti da rete sono stati a favore degli azzurri. Troppo spesso, però, è mancata la cattiveria sotto porta o la precisione nell’ultimo passaggio.
Tante le prestazioni sotto tono, dai giocatori offensivi a quelli in mediana. Questa gara, però, ha mostrato in maniera evidente, un cambio netto rispetto al passato fatto di possesso palla e dominio del gioco. I lanci lunghi, la difesa bassa, la ricerca del contropiede visti stasera potrebbero far storcere il naso ai fan dell’estetica, o possono essere motivo di lode alla luce di un risultato positivo, conquistato anche in una gara tanto complicata.
La rete decisiva di Milik mette a tacere ogni eventuale campanello di allarme, ma un’involuzione del gioco, nelle ultime settimane, è innegabile e deve far riflettere in ottica futura. Il Napoli di Ancelotti, nonostante tutto, è ancora in una fase di costruzione. Sarebbe interessante capire se l’allenatore azzurro effettivamente ritenga di avere già a disposizione tutto quello che gli serve per plasmare il suo Napoli ideale, o se avrebbe bisogno di qualche ulteriore puntello per sopperire a qualche limite degli uomini a sua disposizione.

Questo articolo è stato letto 436 volte