A poco meno di un mese dall’apertura del mercato invernale ecco cosa bolle in pentola in casa Napoli

Manca poco meno di un mese all’apertura del cosiddetto mercato di riparazione. La sessione invernale durerà, a differenza di quanto avvenuto in passato, molto di meno: di fatti la compravendita dei calciatori inizierà il 3 gennaio e terminerà il 18 dello stesso mese alle ore 20.
Come tutte le società anche il Napoli sarà interessato, ma quasi sicuramente la società partenopea, come già fatto in passato, effettuerà solo operazioni cosiddette minori e sonderà il terreno per degli investimenti da fare l’estate prossima.
In particolare il Napoli è molto interessato a Sandro Tonali, centrocampista classe 2000 in forza al Brescia. Di lui, Roberto Baronio (attuale allenatore della Primavera azzurra, ndr) ha dato ottime referenze avendolo allenato nelle giovanili della società presieduta da Cellino. Si proverà a chiudere questa trattativa per giugno, anche per non far salire eventualmente il prezzo dato che sono in programma gli Europei U21, in cui Tonali sarà impegnato con l’Italia.
Per Jean-Clair Todibo (nella foto), difensore del Tolosa e una delle rivelazioni di questa Ligue 1, ancora 18enne, c’è da sfidare soprattutto la Juventus. Il club francese, d’altro canto, sta provando in tutti i modi a far firmare il primo contratto da professionista al ragazzo, che in caso contrario a giugno sarà libero quasi a parametro zero: chi lo vorrà, infatti, dovrà semplicemente pagare un indennizzo al Tolosa, che non a caso nelle ultime settimane ha escluso Todibo dai convocati, visto il rifiuto del classe ’99 di accettare il nuovo accordo.
Non solo il francese però per la difesa: il ds Giuntoli ha messo nel mirino anche uno dei tanti gioielli di scuola Ajax: Matthijs de Ligt, calciatore che sarà al centro la prossima estate di una vera e propria asta di mercato.
Non solo acquisti: in casa azzurra si pensa anche ai rinnovi. In particolare è da diverse settimane che si sta parlando dei contratti di Piotr Zielinski e anche Dries Mertens: per il polacco il nodo è sulla clausola risolutiva, che gli agenti del calciatore vorrebbero più bassa rispetto agli oltre 100 che il Napoli vorrebbe inserire, mentre per il belga si parla di un rinnovo per un ulteriore anno rispetto all’attuale scadenza (2020).
In uscita da monitorare le situazioni relative a Luperto, Ounas e anche Younes, rientrato da poco in gruppo: per i primi due si para di un interesse da parte di Frosinone e Chievo Verona, mentre per l’olandese non è escluso che, una volta ristabilitosi fisicamente, possa essere mandato a giocare altrove.

di Giuseppe Di Marzo

Questo articolo è stato letto 452 volte