ANTEPRIMA PARTITA VENEZIA vs NAPOLI – Azzurri al Penzo per vincere

Ritorna il campionato di serie A, dopo la pausa per lo stage della nazionale azzurra di Mancini; il Napoli riprende il suo cammino dallo stadio Penzo, dove domenica pomeriggio affronta il Venezia per l’inizio del tour di force con sette gare da disputare in quattro settimane. La sosta, in realtà, è servita alla squadra di Spalletti per recuperare al meglio i reduci da infortuni o dal covid  e per fare il punto della situazione. In questo momento gli azzurri, secondi in classifica, dopo 232 turni, se nutrono ambizioni di alta classifica non possono più perdere punti. A Venezia un solo obiettivo da perseguire, ovvero la vittoria, pur se non sarà sicuramente una partita facile. L’undici di Zanetti che vede il ritorno di molti calciatori, scenderà in campo col coltello tra i denti alla ricerca di punti salvezza. L’allenatore toscano deve sciogliere, ancora alcuni dubbi sui calciatori da schierare, dall’inizio, contro i lagunari. Nuovamente Spalletti non potrà contare sugli africani impegnati in Coppa che rientreranno alla base solo lunedì sera. Come sappiamo, purtroppo, mancherà per quattro o cinque settimane l’esterno Hirving Lozano, infortunatosi con il Messico.  I dubbi sono prevalentemente in attacco dove sono in ballottaggio Mertens e Osimhen e Politano ed Elmas. Per il resto dovrebbe essere tutto confermato con Meret tra i pali davanti al quale ci saranno i due centrali Rrahmani e Juan Jesus, mentre sulle corsie basse Di Lorenzo e Mario Rui, e nella zona mediana il duo Lobotka-Fabian, poco più avanti Zielinsky. Infine il capitano Lorenzo Insigne ripartirà dal primo minuto. In casa neroverde Zanetti, come dicevo, ritrova i calciatori negativizzatisi dal virus, per cui tira un sospiro di sollievo. L’allenatore dei veneti si affiderà ad un offensivo 4-3-3, con Henry al centro dell’attacco, affiancato da Nani e Okereke.  A centrocampo, invece, dovremmo vedere Vacca, Cuisance e Tessmann. Alla luce di quanto detto i probabili 22 che partiranno titolari potrebbero essere i seguenti:

Venezia (4-3-3): Lezzerini; Ebuehi, Caldara, Ceccaroni, Ullmann; Cuisance, Tessmann, Vacca; Nani, Henry, Okereke.

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Lobotka, F. Ruiz; Politano Zielinski, Insigne; Osimhen.

 

Ora, come sempre, passiamo ai numeri di questa sfida: le due contendenti si ritrovano ad affrontarsi in laguna dopo la bellezza di 19 anni dall’ultima volta allorquando Venezia e Napoli nel 2003 si incontrarono in cadetteria, impattando per 1 a 1. Per cercare un successo dei partenopei nella città del Doge dobbiamo andare addirittura al secondo dopoguerra, cioé nel 1947. anno in cui gli azzurri allora guidati da mister Sansone si imposero per 1 a 0. Il bilancio del Napoli pertanto, in quel di Venezia è nettamente negativo. Nel capoluogo veneto  si sono giocati  12 incontri, in cui il Napoli, in una sola occasione ha portato a casa l’intera posta in palio, ovvero nel match di cui sopra. la  prima storica gara  risale alla stagione 1928-29, in Divisione Nazionale. La partita  si giocò proprio in casa del Venezia e si concluse col risultato di  2-2, mentre nel girone di  ritorno, gli azzurri vinsero con un sonante 4 – 0. Naturalmente il favore del pronostico, per questa sfida è tutto dalla parte della squadra di Spalletti alla luce dell’enorme divario tecnico tra le due contendenti ma come spesso ho ripetuto, il calcio è l’unico sport in cui non esiste nulla di scontato.

Commenti