Pierpaolo Bisoli: “Il Napoli farà la partita a Cagliari. Barella? Il calciatore del futuro”

In diretta a “ Un Calcio Alla Radio”, trasmissione di Umberto Chiariello in onda sulle frequenze di Radio CRC Targato Italia, è intervenuto  Pierpaolo Bisoli, ex allenatore del Cagliari: “La partita di Cagliari viene vissuta come un derby. Il Napoli non arriva ridimensionato perché ha disputato un girone straordinario. Si sarà rafforzato con le proprie convinzioni. Le partite in Italia, però, vanno giocate sempre al massimo della concentrazione. Il Cagliari ha una sua identità ben precisa. Quando aveva la sua formazione base aveva anche un bel calcio. La partita la farà sicuramente il Napoli, perché il 4-3-1-2 permette alle ali del Napoli di giocarsi l’uno contro uno contro i terzini. Il Napoli dovrà stare attento alle palle lunghe su Cerri. Il Napoli dovrà mettere a terra la palla e il Cagliari proverà a ribaltare con queste palle lunghe, ma nel calcio può accadere di tutto. Barella poco fisico? Fisicità vuol dire avere anche forza nelle gambe. Barella ha questa forza ed è il calciatore prototipo del calciatore del futuro. Chi non ha giocatori di grande velocità nei primi 10 metri, fa fatica a vincere.  Maradona aveva una grande forza esplosiva. Si sta confondendo il calcio con la fisicità, ma così si va a prendere giocatori di Basket. È la forza esplosiva che determina un giocatore top. I primi 10 metri ti permettono di creare superiorità numerica. Barella in questo momento mi sembra un prototipo di giocatore da grande squadra. Napoli grandi livelli? Il Liverpool non aveva questa fisicità estrema. Davanti aveva giocatori molto rapidi. Oltre al Napoli in sofferenza al Liverpool ci sono andate tante altre squadre e non credo che il Napoli esca ridimensionato. Secondo me il Napoli avrebbe strameritato di passare il turno in Champions. Credo che stia diventando una top del calcio europeo. Bisogna dargli tempo. Ancelotti sta facendo un grande lavoro, cercando di coinvolgere l’intera rosa e questo fanno le grandi squadre”.

Commenti