Albarella, Antonio Giordano, Guido Clemente di San Luca, Carlo Laudisa e Salvatore Caiazza a Marte Sport Live

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Eugenio Albarella, preparatore atletico degli Emirati arabi: “I calciatori sono atleti e al 29 dicembre quelli del Napoli avevano già giocato 25 partite ufficiali, più quelle con le rispettive nazionali quindi un po’ di tossine sono state accumulate. Ancelotti è stato bravo a gestire la rosa ed alternare i calciatori, ma un po’ di stress è inevitabile che ci sia e per questo la sosta arriva nel momento migliore. I richiami di preparazione non esistono, gli staff lavorano in forma specifica. La più pericolosa tra India e Tailandia? Diciamo che l’India ha battuto 4-1 la Tailandia…”

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Antonio Giordano, giornalista: “Il mercato non è prevedibile: e se domattina il Psg arriva ad offrire 100 milioni per Allan il Napoli cosa fa? Così come la questione Kouamè, non pensavamo potesse sbloccarsi a gennaio. Possono accadere cose impensabili, ma non penso che il Chelsea possa far vacillare il Napoli per Hysaj”.

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Guido Clemente di San Luca, professore universitario: “Moggi day a Ischia? Sono un garantista della vita e non è corretto accanirsi. I processi hanno detto che Moggi e la Juve hanno tuffato e sono cose acclarate, poi c’è la Juve che continua a dire che i due scudetti li ha vinti sul campo.

Il protocollo Var viene raccontato in modo improprio. La volontarietà è descritta come presunta e solo a seguito di determinati avvenimenti”.

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Carlo Laudisa, giornalista: “Il Napoli si sta muovendo su più piste. Con Kouamè il discorso è ben avviato, ma poi c’è tutto il resto: c’è Barella, ci sono le richieste per Allan.

Gli anni passano, Barella è di un’altra generazione e le parole di Marrucco sui cagliaritani vanno tenute in considerazione, ma non credo che Barella sia attento alle tematiche tifosi. Il problema è che il Cagliari non intende provarsi del calciatore a gennaio e se dovessero esserci delle accelerazioni, il Napoli potrebbe essere in vantaggio a gennaio, poi a giugno aumenteranno le concorrenti e sarebbe difficile. Barella mi sembra indipendente e lineare sulla sua vita privata.

Diawara ha bisogno di giocare e potrebbe anche partire, ma c’è il tema di trovare l’intesa sul prezzo perchè le richieste del Napoli sono elevate. Rog credo che partirà a prescindere, Diawara invece partirà solo se il Napoli arriverà ad Almendra”.

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Salvatore Caiazza, giornalista: “Kouame è un investimento che il Napoli fa bene a fare: bloccarlo adesso significa prendere un calciatore che oggi vale 20 milioni, ma che a giugno potrebbe valerne almeno 30. La valutazione dei bomber è così: più segni e più aumenta. L’operazione Kouamè è modella Juve perchè è giovane e se esplode, il Napoli si ritrova un calciatore di valore”.

Commenti