Roberto Insigne: “Espulsione di Lorenzo a San Siro? Colpito dai cori. Callejon mi diceva sempre che sono il suo erede”

Roberto Insigne, attaccante del Benevento e di proprietà del Napoli, è intervenuto a Radio CRC, nel corso di ‘Un Calcio alla Radio’: “José Callejon mi diceva sempre che sono il suo erede. Difficile che si possa giocare a Napoli con questi campioni. Punizione a San Siro? L’ho studiata dopo che Vrsaljko si è staccato. Ho detto a Lorenzo: visto come si tira una punizione e siamo scoppiati a ridere. Espulsione a San Siro? Orribile che ci siano persone che facciano cori razzisti, noi siamo tutti uguali, capisco il nervosismo di Lorenzo in quella gara. Le punizioni? Ora sono problemi del mister a scegliere chi far tirare le punizioni. Benevento? Stiamo recuperando e puntiamo alla A, abbiamo trovato l’equilibrio giusto. Scudetto o Europa League? Da napoletano vorrei togliere lo scudetto a quelli lì, ma spero che il Napoli possa fare il cammino più lungo possibile. Titolare nel Napoli con mio fratello? Sto lavorando per quello. Tridente con mio fratello e Milik? Sarebbe un sogno. Quest’anno in ritiro ho capito che c’è la possibilità di vincere qualcosa, anche in campionato. Fabian Ruiz mi ha colpito molto appena arrivato”

Commenti