Marino: “Hamsik-Dalian, non salta niente. L’affare si farà”

Pierpaolo Marino, ex direttore sportivo anche del Napoli, a RMC Sport Live Show ha parlato di tante tematiche legate al nostro calcio: “Inter? Contro il Bologna al di là degli ospiti motivati da Mihajlovic ho avuto fatica a guardare la partita. Ho visto un’Inter in grandissima difficoltà senza un filo di gioco né di idee. Qualcosa non funziona ed è chiaro né a livello di squadra né a livello individuale perché se non funzionano neanche Icardi o Perisic allora è notte fonda. Prestazione mortificante da parte dell’Inter contro il Bologna”.
Hamsik-Cina saltato il trasferimento?
“No non salta niente secondo me. I cinesi sono difficili nelle loro decisioni ma De Laurentiis lo è altrettanto e credo che da qui a fine mese ci sarà tempo di trovare l’accordo. Mi dispiace che al centro di questa situazione ci sia Hamsik. Dopo una cosa del genere sarebbe difficile rimanere al Napoli. Non c’è umanità nel calcio. Questa era una situazione da risolvere in cinque minuti. Questa è una mossa tattica, non va seguita. Anche perché quando le trattative incontrano delle difficoltà non si fanno dei comunicati stampa”.
Lei che lo ha portato in Campania che pensa di tutta questa vicenda?
“Non posso dire che avevo previsto questa carriera di Hamsik nel Napoli, però sapevo di aver preso un grande giocatore. Sono contento che il tempo mi abbia premiato. De Laurentiis prende oggi 15/20 milioni di euro dopo 12 anni di carriera e avendone spesi solamente 5 per averlo portato al Napoli. Mi aspettavo la cessione a mercato chiuso da parte del club. Non credo che ci saranno ripercussioni nella rosa del Napoli perché la squadra a disposizione di Ancelotti può far fronte a questa partenza. Ancelotti aveva già ridimensionato Hamsik cambiandogli ruolo. De Laurentiis si sfrega le mani per questo affare visto quanto incassa dalla cessione di un giocatore di 32 anni. Vedo più Zielinski di Diawara nel ruolo che è stato di Hamsik”.
La Juventus doveva fare qualcosa di diverso sul mercato?
“Ce lo dirà il tempo. Vedremo se la scelta di prendere solo Caceres ripagherà la Juventus. I bianconeri hanno fatto questa scelta e siccome in questi anni ci hanno insegnato che sanno ragionare allora io voglio aspettare e vedere cosa succederà. Se la Juve centrerà gli obiettivi che si era prefissata allora avranno avuto ragione loro”.
Piatek-Milan, se lo aspettava? E il Genoa si è mosso bene per rimpiazzarlo?
“Il Genoa non poteva dire di no a 40 milioni di euro, sarebbe stata una follia. Il Genoa ha fatto bene e ha reinvestito nel modo giusto i soldi incassati. Il calcio ci insegna che è molto difficile tenere certi giocatori specie in una squadra medio piccola come il Genoa di oggi. Preziosi con l’aiuto di Perinetti hanno chiuso l’operazione. Dall’altra parte ha fatto bene il Milan”.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti