Sindaco di Castel di Sangro: “Orgoglioso di ospitare il Napoli ma resta l’incognita tifosi”

Nella giornata di ieri, il sindaco di Castel di Sangro, sede del prossimo ritiro estivo degli azzurri, Angelo Caruso, è stato intervistato ai microfoni di una nota emittente napoletana. Il primo cittadino dell’amena località di montagna, non lontana da Roccaraso, si è detto orgoglioso di ospitare la compagine partenopea, prossimamente, per la preparazione pre campionato. Ma si nutrono molte perplessità sulla presenza del pubblico napoletano. Nel malaugurato caso che il Napoli venga eliminato dalla Champions, la data d’inizio del ritiro sarebbe il 23 agosto, mentre come tutti i napoletani si augurano, in caso di passaggio del turno, sarebbe procrastinata a fine mese. Ma vediamo nel dettaglio le dichiarazioni del sindaco di Castel di Sangro:

Noi tutti siamo felicissimi di avere nella nostra cittadina il cub del presidente De Laurentiis, tuttavia sul ritiro, al momento, esistono molte incognite legate ai tifosi azzurri, sia per quanto riguarda la loro presenza  agli allenamenti che alle amichevoli. Spero vivamente che non ci saranno troppe restrizioni.  Le Istituzioni comunali attendono gli sviluppi dei protocolli tra Federazione e Regione ma a mio avviso bisognerà favorire, seppure non in massa, l’accesso dei sostenitori del Napoli. Non ci resta che aspettare le comunicazioni ufficiali da parte di chi di dovere.  L’esigenza è reciproca: sia dei tifosi verso i giocatori che dei giocatori verso i tifosi per avere quella carica che manca da diverso tempo. Con tutte le misure di sicurezza possibili, in primis mascherine e distanziamento, è giusto non negare alla tifoseria l’apporto ai loro beniamini. In sintonia col patron della società abbiamo deciso che la presentazione ufficiale della squadra avverrà qui, molto probabilmente nel palazzetto vicino lo stadio, ma resta, purtroppo, l’interrogativo sulla presenza del pubblico.”

Commenti