Gli interventi di Giuseppe Gazzoni Frascara, Gianluca Ciotti e Claudio Onofri a Radio Crc

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Giuseppe Gazzoni Frascara, Pres. Onorario Bologna: “Faccio prima a non pensare. Ai miei tempi c’era sempre lo stesso presidente, Corsi. E’ un toscano verace che ha avuto buoni rapporti con il Napoli; si è sempre parlato anche dell’ex allenatore Sarri. Mi tiro fuori dalle polemiche però, se qualcuno fa dei pensieri potrebbero essere giustibicabili. Pensiamo a questa sera.  Mihajlović  ha girato le motivazioni giuste ai giocatori”. 

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Gianluca Ciotti, avv. Gavillucci: “Dopo l’intervista di Claudio Gavillucci al Corriere dello Sport sono arrivate le motivazioni dal Coni tuttavia non sono state esaustive rispetto alla domanda da noi effettuata. Il Coni ha eluso la domanda. Tutto ciò che è stato sarà stato un bel passato e un bel presente ma la classe arbitrale deve essere riconosciuta mediante una gratifica professionale che gli permetta di scendere in campo sereno e tranquillo. Inoltre, se la graduatoria è l’unico strumento per valutare gli arbitri deve essere formata da elementi non illogici e competenti. Se in partite importanti, l’operato dell’arbitro viene contestato pubblicamente non può esserci una votazione brillante nella graduatoria professionale c’è qualcosa che non va”. 

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Claudio Onofri, ex Genoa: “La situazione del Genoa è mutata attraverso la sconfitta di ieri sera. L’Inter si è allenata con il Genoa che ha condotto una prestazione penosa. Prandelli aveva portato una scossa e aveva dato movimento in tutti i settori. Ora, le partite seguenti sono complicate perchè c’è il Napoli e poi iln derby con la Sampdoria. In ’90 minuti puoi anche perdere con l’Inter ma in altro modo. Sono convinto che il Napoli giocherà come se il Genoa fosse l’Arsenal. La vedo molto dura. Da quel poco che ho visto, il Napoli non ha giocato come professa Ancelotti e lui, sicuramente, li metterà sotto. Cambiando i giocatori di volta in volta, Ancelotti ha dimostrato di ottenere il massimo dai suoi giocatori. Il distacco dalla Juventus è dovuto dalla visione societaria. Oggi, nel calcio moderno ricevono più soldi le società che vincono e non credo, sia giusto. Bennacer è da Napoli. L’Empoli ha sbagliato nel mandare via Andreazzoli perchè è il Sarri-Giampaolo della situazione”.  

Commenti