Gli interventi di Ciccio Marolda, Gigi Maifredi e Antonio Giordano a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista

“Nel girone di ritorno il Napoli ha conquistato 20 punti per cui la frenata è sotto gli occhi di tutti. Il problema non sta tanto in difesa, ma a centrocampo dove si è perso l’equilibrio. C’entra Hamsik, anche con i numeri: la media punti con lo slovacco era di 2,38 a partita e adesso è scesa vertiginosamente a 1,72. Fabian a volte c’è e a volte non c’è, Zielinski deve adattarsi a più ruoli e quindi cedere Hamsik a febbraio non credo sia stata una buona idea”.

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gigi Maifredi, allenatore

“Il Napoli non è una grande squadra perché le grandi squadre non hanno cali clamorosi e la Juventus lo sta dimostrando. Non butta mai via nulla e il Napoli dovrebbe fare lo stesso. Mentalmente e anche sul campo il Napoli sta mollando e ora è rimasta solo l’Europa League per salvare la stagione, ma sarà necessario entrare in campo con una testa diversa.

Essere la 20 punti dalla capolista non era mai successo in serie A e il Napoli qualche domanda dovrà farsela, al pari di Ancelotti che da quando ha cambiato modulo, la squadra non riesce a trovare equilibrio. Il distacco dalla Juve mi preoccupa perché questo è stato un anno di transizione e non di costruzione. La gara di ieri non mi preoccupa perché quando vai in vantaggio ci sta staccare la spina e pensare all’Arsenal”.

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Antonio Giordano, giornalista

“Non mi preoccuperei del calo del Napoli perché il campionato è finito troppo presto e senza avere più prospettive e con l’Arsenal alle spalle ci sta mollare la serie A e pensare solo all’Europa League. Posso garantirvi che l’Arsenal non sta meglio del Napoli, ieri l’ho vista e vive la stessa situazione del Napoli.

Dobbiamo uscire da questo dualismo tra Sarri e Ancelotti anche perché non è l’allenatore che deve dare la mentalità vincente: la si acquisisce con i calciatori.

Quella di Insigne era stata una bella intervista per merito suo non mio e mi spiace abbia fatto ieri questo dietrofront. Mi spiace che Insigne abbia dovuto rettificare ciò che non era da rettificare perchè sul Corriere dello Sport non è mai stato scritto che andrà via, ma che se resterà qui darà il 100%. Se l’intervista è falsa o appena manipolata, il giorno dopo il Napoli avrebbe smentito ufficialmente con un comunicato”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 380 volte