Daily Mail – De Laurentiis sta rovinando il Napoli

Secondo il Daily Mail il presidente Napoli Aurelio De Laurentiis ama il dramma essendo cresciuto nell’industria cinematografica,  ma deve smettere di vivere in un mondo fantastico. Sta rovinando uno dei più grandi club della Serie A.
Comincia così il duro attacco del tabloid inglese verso il patron De Laurentiis.

Secondo il Daily Mail, Aurelio De Laurentiis da magnate del cinema sa fin troppo bene che mentre il romanticismo funziona bene sul grande schermo, il dramma e le polemiche catturano l’attenzione come poco altro.

E per quanto tenti di promuovere il contrario, De Laurentiis è il cattivo di questo grande successo del Napoli, la figura di divisione della squadra partenopea che ha gli ultras in sciopero e i giocatori che ignorano i suoi ordini come un adolescente ribelle.

De Laurentiis, continua il Daily Mail, è famoso per aver svelato l’acquisto di Gokhan Inler facendogli indossare una maschera di gomma da leone, per aver multato un calciatore che aveva posato in intimo per una rivista gay (Jesus Datolo, ndR) e per aver detto ai suoi calciatori di non andare in Premier League visto che “Le donne inglesi non lavano le loro parti intime. È persino strano che la sua storia al Napoli non sia già diventata un film, per quanto accaduto in questi 15 anni.

De Laurentiis ha un complesso da semidio, come nessuno a Napoli ha mai avuto da Maradona in poi. Odia sbagliare, e peggio odia che gli si facciano notare gli errori. La sua risposta è biasimo, contro tutti, sempre”.

E così il Daily Mail ripresenta le parole dure rivolte da De Laurentiis a Rafa Benitez (“è stato un errore”), e a Maurizio Sarri (“Dev’essere fonte di sofferenza per un comunista come lui basare il proprio lavoro sul denaro”).

Il tabloid inglese sottolinea il momento no del Napoli, il peggiore dell’intera era De Laurentiis. I tifosi sono stanchi dei giocatori e stanchi del loro presidente – va avanti – migliaia di sediolini vuoti al San Paolo ne sono la conferma.

Scarsi risultati, prezzi alti e una dirigenza caricaturale hanno allontanato il tifo. E per tutta l’animosità dei giocatori contro De Laurentiis, la stessa squadra sta precipitando.

Ad esempio quella del capitano. Lorenzo Insigne, etichettato come uno dei principali bastian contrari del regime di De Laurentiis, ha sentito i fischi di tutto lo stadio ieri. Era stato pesantemente criticato a febbraio dal presidente, una rottura che non si è mai sanata.

Ed eccoci a oggi, con la presidenza che minaccia azioni legali contro i propri giocatori. Ma il folle mondo di De Laurentiis è imprevedibile, e non si può immaginare una conclusione per questa vicenda.

Resta la fredda cronaca: quella di un Napoli che sta regredendo in un regime fatto di provocazioni, che sta desensibilizzando tutti gli attori coinvolti.

Il sostegno a De Laurentiis è in calo – conclude il Daily Mail – ma vista la situazione, c’è da aspettarsi un nuovo show a breve del presidente. Del resto, spettacolarizzare è ciò che gli riesce meglio.

Fonte: napolipiu.com

Commenti

Questo articolo è stato letto 1317 volte