Video hard del portiere della Reggiana, due persone nei guai dopo la denuncia di Voltolini

Oggi la Digos della Questura di Reggio Emilia, a seguito della denuncia di Voltolini dopo i fatti, avvenuti in un locale di Rubiera (Reggio Emilia), la notte tra domenica 17 e lunedì 18 novembre, ha svolto e terminato una intensa attività investigativa mirata all’individuazione dell’autore materiale del video e della sua diffusione sul web. Negli ultimi giorni sono stati sentiti diversi testimoni presenti all’interno del locale o in qualche modo coinvolti nella condivisione del video attraverso le piattaforme del web.

Le attività di indagine, sviluppate anche attraverso l’intervento e la collaborazione delle società gestrici dei principali social network esteri, hanno consentito di individuare e denunciare a piede libero alla procura di Reggio Emilia due persone residenti, uno nella provincia di Reggio Emilia e l’altro nella provincia di Ferrara, ma domiciliato nella provincia di Reggio Emilia, responsabili in concorso tra loro della realizzazione e della diffusione del video. Il reato di cui dovranno rispondere è il 612 ter c.p. recentemente introdotto con il ‘Codice rosso’ nel pacchetto di norme denominato ‘revenge porn‘ che punisce chi realizza e diffonde, senza il consenso delle persone interessate, foto o filmati con scene specifiche di sesso.

IlMattino.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 295517 volte