Marolda, Armanini, Burreddu, Venerato a Calcio Napoli 24 live

Il giornalista Francesco Marolda è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime di mercato del Napoli:

“In sede di mercato tutte le notizie fino a quando non ci sono le firme possono cambiare. Quello che mi risulta è che Victor Osimhen sia del Napoli. Mi sono riguardato i video dell’attaccante e ho chiesto informazioni, è un giovane e non si può pensare che spacchi subito il mondo: bisogna saperlo aspettare, ma tecnicamente è fortissimo e fisicamente forte e veloce. Secondo me è adattissimo per una squadra che gioca anche in contropiede, è rapido. Tanti giocatori bravi quando arrivano possono incontrare delle difficoltà, ma probabilmente Osimhen costerà un po’ di più del suo valore reale.

Come cambia l’attacco del Napoli? Petagna o fa il terzo attaccante oppure viene girato come fu per Inglese, dipende anche dalle ambizioni che hanno i giocatori in concorrenza tra loro: Mertens-Osimhen, oppure Insigne-Lozano.

Gabriel Magalhaes? Parto da un concetto: va via Koulibaly e mi sta bene, però c’è una necessità ovvero prendere meno gol. Manolas e Maksimovic danno totali garanzie? Forse servirebbe un centrale fortissimo ed abituato a vincere e a governare un intero reparto, andando via Koulibaly ci sarebbe una priorità da colmare sul mercato che non può essere riempito da Gabriel.

Le partite che sta giocando adesso il Napoli servono solo ad una cosa: per sperimentare nuove soluzioni di gioco in vista del Barcellona, e per capire quali calciatori potranno essere utili per la prossima stagione”

Il corrispondente dall’Inghilterra di Tuttosport, Giovanni Armanini, è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime di mercato del Napoli:

“I club di Premier League vogliono Koulibaly? Uno come Kalidou servirebbe praticamente a tutti, il Manchester City ha bisogno di uno come lui che possa giocare sul centro-destra ed accoppiarsi a Laporte, il Chelsea ha bisogno di un centrale se non due, ed il Manchester United potrebbe cercare un difensore al fianco di Maguire. Koulibaly è sul taccuino di tutti, si è fatto il nome del Manchester City perchè da ieri si sa che potrà giocare la Champions League perciò il tema esclusione si è trasformato in tema legato al mercato.

Il prezzo di Koulibaly? Mi sorprenderei di trovare un club in grado di pagare 80-90 milioni di euro sull’unghia: il calciatore può valerne 80 sicuramente, ma siamo in una fase esplorativa di mercato ed altri club stanno cercando altri obiettivi. Il City cerca Koulibaly ed Upamecano del Lipsia come centrali, Alaba del Bayern e Chillwell del Leicester come terzini sinistri, Ferran Torres del Valencia e Kai Havertz del Bayer Leverkusen in avanti: ad oggi la squadra di Guardiola è quella che può chiudere affari più di altri, deve solo capire chi partirà tra Mendy, Cancelo, Zinchenko, Stones ed altri, nella loro strategia potrebbe esserci anche qualche scambio. Il difensore centrale però è il primo tassello per il City, perciò il Napoli può decidere le mosse da fare.

Lucas Moura del Tottenham? Lo scambio con Milik potrebbe essere una possibilità, ma dipende dalle coppe che farà il Tottenham nel 2021: ad oggi faccio fatica a capire quale sarà il budget degli Spurs sul mercato, possono fare operazioni ma c’è anche una situazione debitoria importante. Cercheranno di piazzare qualche giocatore che non ha soddisfatto Mourinho, ad esempio Ndombélé, ed uno scambio sul mercato potrebbe starci. In questa fase ci sono davvero tanti ragionamenti di mercato, Milik piace a tanti e magari tra Tottenham ed un club che farà la Champions League potrebbe scegliere quest’ultimo”

—-

Giorgio Burreddu, giornalista del Corriere dello Sport, è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime di mercato del Napoli:

“Il Bologna vive di grandi exploit ma ogni tanto spegne la luce e dalla ripresa del campionato abbiamo visto partite buone ed altre che non sono piaciute: la forza della squadra di Mihajlovic è l’energia, ma manca ancora qualcosa.

Il Bologna resta ancora una squadra votata all’attacco, con un 4-2-3-1 tra Orsolini e Barrow che giocano esterni e Palacio centrale con Dominguez o Soriano possibili trequartisti. Ad oggi i più importanti del Bologna sono Soriano e Barrow, hanno i colpi migliori in questo periodo sebbene possano essere un po’ incostanti.

Ballottaggi? In difesa i ko di Bani e Schouten porteranno a Danilo in difesa e ad duetto in mezzo al campo tra Soriano e Dominguez.

Orsolini? Il suo destino è legato un po’ alla situazione attuale, il prossimo mercato sarà meno pirotecnico e credo che il Bologna terrà stretto i suoi gioielli e Riccardo è tra questi. Aveva trovato una sua linearità di prestazioni prima del coronavirus, aveva continuità di rendimento mentre nella seconda fase di campionato è tornato ai soliti alti e bassi e certe volte gioca un po’ troppo per se stesso.

Barrow? Potenzialmente è un talento da Napoli, Mihajlovic lo punzecchia e lo tiene sulla corda: è l’elemento più in vista del Bologna, è da grande squadra, un giocatore stellare che potrebbe arrivare a giocare tranquillamente le Coppe europee”

Ore calde ma accordo non ancora chiuso, questo trapela da ambienti vicini al Napoli per quanto riguarda l’affare relativo all’attaccante nigeriano del Lille Victor Osimhen. Ne parla a CalcioNapoli24 il giornalista ed esperto di mercato di RAI Sport Ciro Venerato:

Va prima definito il contratto con il giocatore e con il suo nuovo agente, che dovrà nelle prossime ore dirimere più di un problema: il Napoli, per ora, è fermo al vecchio accordo con la Star Factory, uno stipendio vicino ai 4 milioni di euro ma raggiungibile tramite tanti bonus. Il nuovo agente avrebbe promesso ad Osimhen di strappare un ingaggio da cinque milioni di euro netti a stagione, più altri due milioni di bonus alla firma, elargiti dal Lille.

Non sarà difficile chiudere tra il Napoli ed il Lille: il club francese ha disperato bisogno di soldi entro giovedì per rientrare nei parametri della Federcalcio francese. Cinquanta milioni di euro più bonus la base, senza escludere un inserimento di Adam Ounas che viene valutato 25 milioni di euro da Aurelio De Laurentii ed un po’ meno dal suo omologo Gerard Lopez.

Per quanto riguarda Gabriel Magalhaes, quella per il centrale difensivo brasiliano é per ora solo un’opzione morale: prima va ceduto Kalidou Koulibaly” 

Commenti