Gli interventi di Enzo Bucchioni, Boris Sollazzo, Alessandro Canovi e Dario Di Gennaro a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista

“La Juventus aveva dei problemi già prima del Coronavirus, adesso sono solo emersi maggiormente. Magari vincerà ancora, ma perché le altre non sono in grado di tenere il passo: il Napoli ha avuto l’incidente Ancelottiano, l’Inter ha avuto bisogno di tempo per assimilare i meccanismi di Conte mentre la Roma è stata altalenante nei risultati e nelle prestazioni”. 

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Boris Sollazzo, giornalista

“Chi sputa in aria rischia di colpirsi da solo. Sarri ama guardare i numeri e dire che sono più importanti dei trofei, ma probabilmente il suo Napoli che non aveva Ronaldo ed una rosa così lunga, non sarebbe stato battuto dalla sua Juventus e tutto questo lo trovo divertente. 

Osimhen? Mi piace questo tipo di giocatore perché il Napoli non deve snaturarsi. Se dovesse confermare il curriculum che ha anche a Napoli, potrebbe fare al caso della squadra azzurra”. 

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Alessandro Canovi, procuratore

“Il Lille è bottega cara perché ha un buono scouting, l’allenatore sai far crescere i giocatori e quindi chi va via, lo fa dietro una somma elevata. Osimhen al Napoli sarebbe un’operazione importantissima in un momento di crisi come questo e sarebbe un segnale importantissimo. Le squadre di Gattuso giocano molto bene per cui ben vengano giocatori tecnicamente validi”. 

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Dario Di Gennaro, giornalista 

“Osimhen è un giocatore di grande talento e valore, sul prezzo poi ho qualche dubbio. Speriamo che sia all’altezza della spesa che il Napoli effettuerà. Detto questo, metto la mano sul fuoco sull’acquisto solo quando vedrò il tweet di De Laurentiis. Il 20 agosto riparte il ritiro della nuova stagione per cui non c’è tanto tempo per chiudere le trattative. Al Napoli manca una prima punta e con Osimhen e Boga, la squadra azzurra non avrebbe più nulla da temere”. 

Commenti