Prof. Vincenzo Mirone: “De Laurentiis era preoccupato ma ha reagito subito, ha una sintomatologia di basso profilo”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto il Professor Vincenzo Mirone, Ordinario di Urologia dell’Università Federico II, responsabile scientifico della consulta medica e degli screening attraverso tamponi Covid-19 per lo staff ed i giocatori del SSC Napoli.
“De Laurentiis? Ho sentito ieri il Presidente, siamo amici da lungo tempo. Era preoccupato ma ha reagito immediatamente. Ha una sintomatologia di basso profilo, si sono iniziate le terapie giuste. Penso che la situazione sia tranquilla, ovviamente sotto stretto controllo dei colleghi romani.
Tamponi di squadra? Stamattina sono arrivati quelli dei giocatori che hanno giocato contro il Teramo, poi gli altri. Noi abbiamo fatto ben 3800 tamponi e 1900 test sierologici in queste settimane. Non c’è una squadra seguita bene come il Napoli. Per quanto riguarda i giocatori, sono sempre stati disponibili. Abbiamo avuto il tampone di rimbalzo di Petagna, sul Presidente però non posso fare valutazioni. Lui aveva un suo percorso personale, le sue consulenze. Tra Capri, Roma e Napoli non sempre ha effettuato i tamponi costantemente nello stesso posto. Dirigenti? Controlli sempre a Castel Volturno o in ritiro.
Amichevole Pescara? La squadra del Napoli è pulitissima. Stadi? Il problema non è dentro ma fuori, ingresso e uscita. Su questo bisogna lavorare. Ormai le regole del CTS sono state metabolizzate dalla Lega, oggi i giocatori in campo sono tutti negativi. Sugli spettatori bisognerà ragionare meglio per l’esterno.
Dirigente positivo del Napoli a Castel di Sangro? Questa persona è in quarantena, quindi non ci sono problemi. Non ho notizie molto precise però perché lì non sono stato, mi informerò con il Dottor Canonico”.

 

Commenti