Massimo Ambrosini: “Gattuso come Simeone. Napoli forte, bisogna arrivare a febbraio a ridosso delle prime e poi…”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Massimo Ambrosini, ex calciatore.

“Napoli mentalmente più pronto di quello di Sarri? Per le conoscenze che ha dal punto di vista tecnico e per aver superato un momento delicatissimo l’anno scorso ora ha un gruppo pronto. Lo sarà quando si renderà conto che potrà farcela. Bisogna arrivare a gennaio o febbraio a contatto con le prime, poi lì ci si guarda negli occhi e magari ci si prova. Il Napoli è forte, ieri ha fatto una gara che doveva fare: poco spettacolare, molto pratica. Ha tenuto fuori Fabian Ruiz, Zielinski, Elmas, Mertens, Lozano, Osimhen. Quando hai anche una capacità di fare partite diverse con interpreti diversi la situazione diventa interessante.
La partita di ieri è stata da Champions League per la qualità delle squadre, la Real Sociedad è una squadra molto organizzata e molto forte. Per il Napoli era una gara delicatissima ed è stata una grande vittoria. Gattuso ha fatto giocare la squadra in un altro modo e lo deve fare. Vanno sottolineati anche i momenti in cui la squadra fa qualcosa di buono con altre caratteristiche. Il Napoli lo ha fatto ed è stato premiato per l’applicazione. Chiaramente se vuoi andare avanti devi giocare un po’ meglio ma ieri gli interpreti scelti non erano così pronti, giocavi contro una squadra che gestiva meglio la palla.
Gattuso come il Cholo Simeone? Sì, anche se per me Rino per come vive il calcio ha ancora più volontà di identificarsi con altro. Lui non vuole solo esaltarsi all’interno di un determinato contesto. Il Napoli adesso ha giocatori che hanno molta più qualità di alcuni Atletico Madrid”.

Commenti