Azzurri, domani, in campo per sfatare il tabù San Paolo

Il Napoli è reduce da due successi esterni tra coppa e campionato ma non vince al San Paolo da oltre un mese, precisamente dalla straripante goleada inflitta all’Atalanta il 17 ottobre scorso; da allora solo sconfitte contro Az e Sassuolo. Domani occorre sfruttare l’occasione per sfatare questo tabù, pur sapendo che l’avversario di turno, il Milan di Ibrahimovic, peraltro primo della classe, rappresenta un ostacolo molto difficile. A Fuorigrotta Mertens e compagni, ultimamente,  hanno peccato di presunzione, scendendo in campo  poco concentrati, forse perché credendo di aver già in tasca i tre punti, sottovalutando, prima gli olandesi e poi gli emiliani, i quali hanno invece sfruttato appieno le uniche opportunità avute sotto porta. Oggi il gruppo si è ricompattato attorno al suo allenatore che ha messo in guardia la squadra invitandola a non ripetere più gli errori commessi. Insigne, dopo le splendide prestazioni fornite in nazionale, è un giocatore completamente ritrovato, Bakayoko  rappresenta un elemento imprescindibile, infine Gattuso è sempre più un vero leader. Dunque mancare ancora una volta l’appuntamento con la vittoria, tra le mura amiche, sarebbe un peccato poiché i rossoneri, nonostante il primato e la lunga serie positiva non sono affatto superiori agli azzurri. Poi, del resto, tutto ha un inizio e una fine, auguriamoci che sia proprio il Napoli ad interrompere il cammino degli uomini di Pioli.

Commenti