Benevento, Schiattarella: “Felice per il gol, espulsione? il giallo sarebbe stato sufficiente. La salvezza? Fino a marzo-aprile nessun calcolo”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Pasquale Schiattarella, centrocampista del Benevento: “E’ sempre bello fare gol. Soprattutto per me che ne faccio pochi. L’avevo sfiorato con la Juve, contro la Lazio ci sono riuscito. La mia espulsione? Non voglio essere polemico, ma un giallo sarebbe stato sufficiente. Il mio modo di ragionare sulla salvezza è diverso: io guardo alla classifica solo a marzo-aprile. Noi dobbiamo fare il nostro percorso e raggiungere i 40 punti il prima possibile. Avevamo messo in preventivo che quest’annata sarebbe stata difficile. Il primo anno in Serie A è sempre così. La società però si è mossa bene e possiamo fare affidamento su una rosa che ha voglia di lottare e uno staff tecnico estremamente preparato. Abbiamo un gioco organizzato, quindi nel campionato riusciamo a dire la nostra. Poi, abbiamo sfiorato le imprese contro Juventus e Napoli, sappiamo che dobbiamo lottare sempre fino all’ultimo secondo. Il gol a Reina? Me lo avevano scritto i miei familiari, ricordandomi che il mio ultimo gol era stato contro di lui. Quindi avevano ragione loro: riprovandoci, sono riuscito a segnargli ancora. Il bello del campionato italiano è che le squadre piccole sono organizzate e possono fermare le corazzate. Adesso, arriviamo al giro di boa e proveremo a farlo nel migliore dei modi. Ripeto: i conti si faranno solo a marzo-aprile. La Lazio? In questo ultimo periodo ha speso tanto e sarà sicuramente una bella partita. Farò il tifo per il Napoli, domenica, ma sarà una gara spettacolare”.

Commenti