Gli interventi di Walter Gargano, Cobolli Gigli e Tancredi Palmeri a Radio Crc

Gargano a Radio Crc: “Con la Juve gara speciale. Che emozione i rigori a Doha. Zielinski mi ricorda Marek”

Durante ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Walter Gargano, ex centrocampista del Napoli. “Il Napoli ha i giocatori e l’esperienza per battere la Juve in Supercoppa – ha detto Gargano a Radio Crc – per noi tifosi quella contro la Juve è sempre una partita speciale. Ricordo con grande emozione la vittoria di Doha. All’epoca la Juve si sentiva favorita, ma alla fine riuscimmo a dare una grande soddisfazione alla gente di Napoli. Che emozione i rigori, nessuno voleva calciarli. Io lo feci, perché volevo dimostrare ai tifosi che tenevo tantissimo alla maglia del Napoli, nonostante le parentesi Inter e Parma”. Gargano ha confermato di seguire il Napoli con grande attenzione. “Zielinski mi ricorda Marek – ha detto Gargano a Radio Crc – spero che possa trovare presto la completa consacrazione. Koulibaly e Mertens sono due campioni, mi fa piacere vederli ancora a Napoli. Insigne è un piccolo gigante. Da lui la gente si aspetta sempre qualcosa in più, ma ha grande personalità. È il capitano giusto per il Napoli”.

Cobolli Gigli a Radio Crc: “Supercoppa, ci arriva meglio il Napoli. Spero in una Juve arrabbiata. Ecco la mia su Sarri e Pirlo”

Durante ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus. “Ieri il Napoli ha asfaltato la Fiorentina – ha detto Cobolli Gigli a Radio Crc – la Juve, invece, è stata asfaltata dall’Inter. Penso che alla finale di Supercoppa di mercoledì ci arrivi meglio il Napoli. La squadra di Gattuso sarà più rilassata, dopo che si è sfogata contro la Fiorentina. Spero di vedere una Juve arrabbiata, perché a Milano si è salvato soltanto Chiellini, un vecchio leone”. “Quella di mercoledì è comunque una finale – ha ripreso Cobolli Gigli a Radio Crc – può succedere di tutto. Il Napoli ha le carte in regola per vincere. La squadra è forte ed è allenata da un allenatore bravo e grintoso. Forse troppo…”. Fiducia in Pirlo nonostante i risultati. “Pirlo mi piace – ha detto Cobolli Gigli a Radio Crc – ha ancora tanto da imparare. E’ un grande allenatore solo di prospettiva per il momento. In quanto a Sarri, credo che il presidente Andrea Agnelli non avrebbe dovuto ingaggiarlo. Purtroppo si è fidato troppo dei suoi consiglieri. Agnelli voleva confermare Allegri. A questo punto la Juve avrebbe potuto essere in una situazione migliore di quella attuale”.

Palmeri a Radio Crc: “Napoli con più certezze della Juve. Pirlo gioca solo in un modo”

Ad ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Tancredi Palmeri, giornalista di BeInSports. “Ieri abbiamo assistito alla vittoria più convincente dell’era Conte sulla panchina dell’Inter – ha detto Palmeri a Radio Crc – però, non me la sento ancora di definire i nerazzurri come i favoriti per la conquista dello scudetto. La Juve, però, in questo momento ha poche certezze. Gioca in contropiede e senza il supporto del centrocampo. Sarà così pure mercoledì”. Secondo Palmeri “è il Napoli ad avere più fiducia in questo momento. E’ incredibile come tutto si sia ribaltato in poche ore. Contro la Fiorentina il Napoli non solo ha trovato una goleada, ma ha dimostrato a tutti che la strada intrapresa era quella giusta”.

Commenti