Europa League: stasera gli azzurri tenteranno di sfatare il tabù sedicesimi di finale

E’ il giorno di Granada vs Napoli, match di andata valido per i sedicesimi di finale della meno prestigiosa kermesse europea. Una sfida molto importante per il prosieguo continentale della squadra di Gattuso, bersagliata dalla sfortuna. In verità i partenopei, in questo step della competizione, non hanno mai entusiasmato, avendo raccolto diverse delusioni. Infatti il bilancio relativo alle partite dei sedicesimi vede il Napoli non brillare più di tanto, visto che su sette volte, soltanto in tre occasioni è riuscito ad andare avanti raggiungendo gli ottavi. La prima debacle giunse nel 2011 con gli spagnoli del Villarreal, quindi due anni dopo la storia si ripetette con la bruciante eliminazione da parte dei cechi  del Viktoria Plzen che rifilò agli azzurri, nelle due gare, ben otto reti. Nel febbraio del 2014 arrivò, invece, il primo superamento del turno grazie al pari dell’andata e al successo al San Paolo, contro i gallesi dello Swansea. Stessa cosa accadde l’anno successivo, allorchè il Napoli eliminò i turchi del Trabzonspor con un 4 a 0 fuori casa ed un 1 a 0 nel ritorno a Fuorigrotta. Quell’anno, con Benitez in panchina, gli azzurri giunsero alla semifinale della manifestazione, dove però furono buttati fuori dal Dnipro  dopo l’1 a 1 del San Paolo, gol in netto fuorigioco degli avversari, e dell’1 a 0 del retour-match. Ancora una volta sarà il Villarreal a estromettere i campani nei sedicesimi di finale del 2016, grazie al punteggio totale di 2 a 1 nelle due sfide. Neanche con Maurizio Sarri al timone il Napoli riuscì, due anni dopo, a sfatare il tabù:infatti il Lipsia eliminò la squadra del toscanaccio  in virtù del successo, a Napoli, per 1 a 3 e della sconfitta in casa per 0-2. Nel 2019, finalmente, la fortuna arrise agli azzurri che pescarono lo Zurigo, sconfitto poi con il risultato complessivo di 5 a 1. In quella stagione i partenopei uscirono ai quarti di finale ad opera degli inglesi dell’Arsenal che si aggiudicarono, prima la gara d’andata in casa per 2 a 0 e poi quella di ritorno per 1 a 0, all’ombra del Vesuvio. Dunque stasera torna, in Andalusia, la grossa occasione di rimediare a questa incresciosa routine negativa. Il Napoli targato Gattuso tenterà di voltare pagina., magari mettendo al sicuro la qualificazione con 90 minuti di anticipo.

Commenti