Gli interventi di Giorgio Martino e Valerio Caprara a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giorgio Martino, giornalista.
“Roma unica italiana in Europa? Esito abbastanza clamoroso, non tanto per la Roma perché era legittimo che ci fosse ma perché non ci siano arrivate le altre. E quindi le altre sono colpevoli, così come ci sono i meriti della Roma. La squadra è stata discontinua soprattutto in certi comportamenti con gli avvesari. Prima era sicura vincente contro le squadre della seconda fascia e sicura perdente contro le altre. Ora si è modificato il trend dopo Benevento e Parma, questi atteggiamenti lasciano sempre il tempo che trovano. Al momento si deve valutare la competitività e la Roma non sempre riesce a esserlo contro squadre forti, credo per un atteggiamento carente di impostazione di squadra. Il Napoli ha una grossa possibilità di avere un buon risultato. Al momento Atalanta e Napoli hanno qualcosa in più per il quarto posto. Roma-Napoli gara equilibrata? Abbastanza. Non voglio essere banale ma ogni partita dovrebbe essere da tripla, sarebbe bello guardare una partita senza sapere cosa succedere”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Valerio Caprara, critico cinematografico.
“Roma-Napoli? Io odio i lamentosi e chi mette le mani avanti ma sembra che negli ultimi incontri siamo stati un po’ sfortunati. Il Napoli ha ritrovato qualche calciatore e questo conta. Ma la partita si deve ancora giocare. De Laurentiis non si occupa più di cinema? Lui è imprevedibile, è straordinariamente divertente per chi non ne deve subire direttamente i contraccolpi. Stava preparando prima le serie, poi la questione di gastronomia. De Laurentiis sarebbe capace di fare tutto, questo è un po’ il suo bello e il suo brutto. Possiamo attenderci un “Roma città aperta” contro il Napoli? Speriamo di no, altrimenti la vedo brutta!”.

Commenti