Serie A 2021/22: cambiano gli orari delle gare, campionato sempre più spezzatino

Novità in vista, per quanto riguarda gli orari delle partite del prossimo campionato di massima serie, edizione 2021/22, i cui diritti televisivi sono stati acquistati dall’emittente Dazn. Onde evitare accavallamenti e possibili black out, alla suddetta pay tv, la Lega ha deciso di suddividere ogni giornata in tre giorni ed in quattro fasce orarie. Quattro match, in anticipo il sabato, cinque la domenica ed uno il lunedì sera. Le partite si disputeranno in  finestre diverse: alle 12,30, solo la domenica, alle 14.30, alle 16.30, alle 18.30 e alle 20.45. In poche parole un campionato di serie A sempre più spezzatino che costringerà i tifosi e gli appassionati di calcio a delle vere e proprie maratone televisive. Altro che contemporaneità, che bei tempi quando si giocavano tutte le partite alla domenica pomeriggio alle 15; tutti attaccati alla radiolina per seguire l’indimenticabile trasmissione radiofonica “Tutto il calcio minuto per minuto“, condotta da straordinari radiocronisti quali i compianti Enrico Ameri e Sandro Ciotti, quest’ultimo dalla voce rauca inconfondibile. Scusa Ameri, qui è il San Paolo, Napoli in vantaggio; i meno giovani come me se lo rammenteranno certamente. Altri tempi, purtroppo! Per il momento non è ancora giunta la notizia ufficiale di questi cambiamenti, tuttavia, appare oramai deciso che si andrà verso questa rivoluzione, d’altronde l’ipotesi di allagare le fasce orarie della gare era già in preventivo da diverso tempo. Tutto ciò, ovviamente, a favore del business calcio.

Fonte ” Gazzetta dello Sport”

Commenti