Gli interventi di Raffaele Ametrano e Stefan Schwoch a “Il Sogno Nel Cuore”

SpallettiRaffaele Ametrano a “Il Sogno Nel Cuore” su 1 Station Radio: “Bravo a farsi subito apprezzare dai tifosi che ancora recriminano per Napoli-Verona. Gaetano e Lobotka potrebbero sostituire Demme

La prima parte di ritiro è sempre una situazione fatta per conoscersi, conoscere il nuovo allenatore e far sì che i giovani si mettano in mostra. Uno su tutti è Gianluca Gaetano. Il vero lavoro di Spalletti inizierà quando rientreranno i calciatori che hanno fatto l’Europeo – queste le parole di Raffaele Ametranoex calciatore, fra le tante, di Napoli e Juventus, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, trasmissione condotta da Luca Cerchione in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio -. Luciano è stato bravo a farsi apprezzare dai tifosi, ed avere un Maradona pieno di tifosi che ti spingono, è sicuramente un’arma in più, soprattutto perché i supporters non hanno dimenticato la debacle contro il Verona. Demme? Non sarà facile sostituirlo, in questo ci vorrà tutta l’esperienza dell’allenatore toscano che troverà una soluzione interna senza intervenire sul mercato. Lobotka potrebbe rientrare a pieno titolo nell’organico e dire la sua. Spalletti-Adl? Se i risultati saranno buoni, tutti andranno d’accordo. Emerson Palmieri? Se non arriverà, il Napoli dovrà intervenire per forza sul mercato. Giuntoli sta cercando in tutti i modi di accaparrarsi le prestazioni dell’italo-brasiliano, ma credo che abbia già pronto anche un piano b. Cristiano Ronaldo? Ha deciso di restare alla Juve, ed averlo è sempre positivo perché è uno che i suoi venti gol a stagione li fa. Poi i bianconeri, nella prossima stagione, avranno di nuovo Massimiliano Allegri in panchina, pertanto sono i miei favoriti per la vittoria dello Scudetto. Chiellini? Ha fatto un grandissimo Europeo, insieme a Bonucci ha portato tanta serenità, oltre che esperienza. Salernitana? Giusto che sia stata ammessa in Serie A, l’hanno guadagnata sul campo. Riapertura stadi? Mi auguro che, quanto prima, si possano rivedere i tifosi sugli spalti, perché senza loro non è calcio. Anche le prestazioni dei calciatori vengono influenzate dalla presenza o meno dei supporters sugli spalti”.

DaznStefan Schwoch a “Il Sogno Nel Cuore” su 1 Station Radio: “Lobotka non all’altezza di sostituire DemmeAdl non può fare sacrifici economici, con Insigne bisognerà trovare un punto d’incontro

Cos’è mancato al Napoli nella scorsa stagione? Un po’ di fortuna, un po’ di continuità ed un po’ di personalità – queste le parole di Stefan Schwochopinionista Dazn ed ex calciatore, fra le tante, del Napoliai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, trasmissione condotta da Luca Cerchione in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio -. Demme? Spalletti ci puntava molto, anche perché era l’unico con le caratteristiche idonee al 4231. Ora il tecnico deve cercare di rivalutare Lobotka, perché il presidente non comprerà nessuno. Ho seguito lo slovacco in ritiro e devo dire che credo ci sia bisogno di calciatori di maggiore qualità per far alzare l’asticella al Napoli. Una delle note più belle del ritiro di Dimaro è stato il rapporto instaurato tra Spalletti ed i tifosi. Il tecnico è stato bravo a coinvolgere i supporters, ancora delusi dal finale della scorsa stagione, e ha sottolineato l’importanza di avere il pubblico sugli spalti. Osimhen? Deve proseguire sulla strada imboccata dopo l’infortunio ed il Covid. Petagna? Deve avere continuità perché, per caratteristiche, è un calciatore che deve giocare per raggiungere la forma migliore. Mercato? Non è solo il Napoli ad essere immobile, quasi tutte sono nella stessa condizione. Anche Juve, Inter e Lazio non ha ancora acquistato nessuno. La crisi ha colpito tutti. Insigne? Adl non può fare uno sforzo economico, questo è chiaro. Bisogna che il ragazzo ed il presidente si capiscano e si vengano incontro per proseguire insieme. Il mio record di gol in Serie B? Ho smesso di giocare 15 anni fa, il mio record di 135 reti in cadetteria resiste ancora, ma mi auguro che nel giro di un paio d’anni qualcuno possa batterlo. Credo che chi ci può riuscire è Massimo Coda, anche se è un attaccante da Serie A e gli auguro di approdare presto in massima serie”.

Commenti