Gli interventi di Cobolli Gigli, Stefano Colantuono e Pietro Lo Monaco a “1 Football Club”

Cr7, Cobolli Gigli1 Football Club” su 1 Station Radio: Acquisto sbagliato, Ibra è migliore. Juve carente a centrocampo ed in dirigenza. Napoli e Milan sorprese positive, su Sarri

In questo inizio di campionato, il Milan e il Napoli sono le squadre che mi hanno sorpreso di più in positivo. I rossoneri hanno svolto un buon lavoro con Pioli già dalla scorsa stagione, ora stanno raccogliendo i frutti. I partenopei, invece, stanno mantenendo le buone aspettative con un nuovo tecnico. Se possono arrivare fino alla fine? Il Milan, sì. Può lottare per traguardi importanti sulla buona scia dello scorso campionato. Il Napoli deve dimostrarlo, non si devono ripetere errori come quello dellultima giornata contro il Verona perdendo la Champions in quel modo – queste le parole di Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente Juventus, ai microfoni di 1 Football Club, trasmissione prodotta dalla testata IlSognoNelCuore” e condotta da Luca Cerchione e Claudia Vivenzio, in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio -. Chi mi ha sorpreso in negativo? La Juventus. C’è fiducia in Allegri, ma non nellarea tecnica. Mi riferisco a chi ha comprato e venduto giocatori, hanno bisogno di una fase di rodaggio. I bianconeri non hanno la possibilità di investire perché c’è stata una grossa perdita del capitale, ma qualche manovra per rinforzare lassetto della squadra, soprattutto a centrocampo, avrebbero potuto farla. Cristiano Ronaldo? Con il suo addio, la Juventus perde tanti gol. Da dire, però, che ogni rete è costata circa due milioni di euro. Sono sempre stato critico nellacquisto di Cr7, un calciatore così condiziona la squadra. Ad esempio, se si vuole un giocatore che ti stimoli, che crei il senso della squadra, non bisogna comprare il portoghese, il quale pensa solamente ai suoi interessi, ma più un Ibrahimovic. Il Milan, con 5-7 mln di euro invece di 70 mln spesi dalla Juventus, ha risolto questo tipo di problema. Zlatan è un elemento fondamentale non solo quando è in campo, ma anche nello spogliatoio. Cristiano Ronaldo è un acquisto sbagliato, stimolato da alcuni, Paratici in testa, i quali pensavano che con il suo arrivo sarebbero aumentati i ricavi. È vero, sono state vendute numerose magliette, ma non bastano questultime per colmare il suo costo e portare dei vantaggi. È altrettanto vero che il Covid-19 ha inciso e i problemi sono stati amplificati. Sarri? Mi sembrava avesse fatto un buon lavoro allinizio, contro il Milan si è innervosito parecchio per la sconfitta. È un ottimo tecnico, non lo vedevo nella Juventus perché espresse un sentimento negativo nei confronti dei bianconeri e non capivo la scelta. Di Francesco esonerato? Dispiace perché lho sempre considerato un allenatore complicato ma stimolante. Ha sempre portato idee innovative, ma non è bastato. Trovo inspiegabile, però, un esonero dopo tre giornate, dal punto di vista economico non è un affare.

Spalletti, Colantuono a 1 Football Club” su 1 Station Radio: “Miglior partenza non poteva esserci, il calcio espresso parla per lui. Campionato nella norma, fa scalpore solo la Juve ad un punto”

I risultati di Milan, Inter, Napoli, erano prevedibili. Fa scalpore solo la Juventus ad un punto, nessuno se laspettava ma grosse sorprese non ne vedo – queste le parole di Stefano Colantuono, ex allenatore di Atalanta e Udinese, ai microfoni di 1 Football Club, trasmissione prodotta dalla testata IlSognoNelCuore” e condotta da Luca Cerchione e Claudia Vivenzio, in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio -. Spalletti? La classifica e il calcio espresso parlano per lui. Miglior partenza non poteva esserci, ma si sono disputate solo tre giornate e la squadra ha bisogno di un maggior rodaggio. Atalanta? I nerazzurri rientrano nel gruppo delle 7 sorelle per la lotta alla Champions e anche per lo Scudetto. I bergamaschi hanno avuto una battuta darresto con la Fiorentina ma hanno comunque giocato bene, aspetterei una decina di partite, e soprattutto qualche scontro diretto, per vedere il trend delle squadre. Udinese? Ha avuto un ottimo impatto sul campionato, sono contento per Gotti. Non è più una sorpresa, ma una squadra consolidata. Mourinho? La vittoria di domenica contro il Sassuolo è completamente sua, lanno scorso non lavrebbero vinta una partita del genere. Il suo più grande merito è quello di essere riuscito a compattare lambiente. Chi farà il miglior percorso in Europa? Mi auguro tutte, per dare continuità allEuropeo vinto dallItalia. Abbiamo i mezzi per poter essere una sorpresa in Champions, e in Europa League le italiane possono arrivare anche in finale.

Mourinho, Lo Monaco 1 Football Club” su 1 Station Radio: Un grandissimo paraculo. Spalletti ogni tanto esce fuori dalle righe, ma solo quando è giusto farlo. È una garanzia per il Napoli

Mi fa strano vedere altri Paesi, i quali hanno avuto problemi legati al Covid più accentuati rispetto a noi, con gli stadi pieni. La riapertura al 50% è comunque un buon inizio, con la speranza che si possa aprire completamente. Senza tifosi è un calcio diverso, bisogna cercare di riappropriarsi di una normalità – queste le parole di Pietro Lo Monaco, consigliere Figc ed ex dirigente sportivo, ai microfoni di 1 Football Club, trasmissione prodotta dalla testata IlSognoNelCuore” e condotta da Luca Cerchione e Claudia Vivenzio, in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio -. In Italia, per quanto concerne sempre il mondo del pallone, le restrizioni e i controlli sono veramente efficaci ed efficienti. I giocatori sono sottoposti periodicamente a tamponature, inoltre sono tutti vaccinati con doppia dose. Mi sento di dissentire sulla questione dei calciatori portatori del virus quando vanno fuori per gli impegni internazionali, perché, al loro rientro, devono tamponarsi, e in caso di negatività possono aggregarsi tranquillamente al club di appartenenza. Scontro Allegri-Spalletti? Sono stupidaggini che servono solamente a riempire i quotidiani. Sarà stata una frase amplificata dopo una partita dispendiosa. Comunque, credo che Allegri sia lultimo a poter dire una cosa del genere a Spalletti: ho visto far annullare gol direttamente dalla panchina della Juventus. Luciano gli ha risposto in maniera giusta e con molta ironia. Il suo rapporto con la stampa è migliorato? In realtà ho sempre visto uno Spalletti sul pezzo, che sa cosa vuol dire gestire una squadra vincente. Ogni tanto esce fuori dalla righe, ma solo quando è giusto farlo. Il Napoli ha preso lallenatore giusto, è una garanzia. Mourinho? Non c’è stata occasione di chiarirsi su una nostra vecchia discussione. Ritengo che sia un grandissimo paraculo, parlando sempre in termini di lavoro sul campo. È partito bene, gli auguro comunque il meglio.

Commenti