Gli interventi di Antonio Corbo, Ciro Troise e Maurizio Pistocchi a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista.
“La tifoseria sta diventando più consapevole per la forza della squadra. Non è il momento di sognare né quello di compiacersi. Si vede un Napoli sempre dominante, soprattutto è la squadra dell’anno scorso e questo dimostra che sono stati commessi degli errori molto gravi sfociati poi nella partita flop contro il Verona.
Mazzarri? Una volta per spiegare un risultato deludente mise in mezzo la pioggia. Il Cagliari ieri ha giocato sottoritmo e la squadra va rianimata, ci vorrà un grosso lavoro per mettere in sicurezza il Cagliari. Sacchi in una recente intervista ha parlato di tante cose e mi ha molto sorpreso e non divertito, sosteneva di voler dimostrare che il Milan avesse vinto contro il Napoli di Maradona perché prevalse il gioco sul grande campione. Questa è una sua teoria, credo che la verità sia a metà strada. L’Argentina vinse il Mondiale con Maradona anche perché l’allenatore gli mise attorno giocatori pronti a sacrificarsi per lui.
In cosa il Napoli è ancora migliorabile? Credo che la squadra sia perfettamente in linea con un campionato che può concludersi con un risultato importante. Quelli che vincono il campionato non si esprimono sempre al massimo. Il Napoli sta andando anche fortissimo con gli ascolti, il tema azzurro li eleva. Il Napoli incuriosisce e attrae anche fuori da Napoli. Vince con tanta rispettabile autorevolezza, va tutto bene e vedo una massima regolarità anche negli errori, ben distribuiti e che quindi non creano sospetti.
De Laurentiis su DAZN? Dovrebbe essere il primo a lamentarsi dei disservizi. Il fatto che si sia battuto per DAZN lo considero un incidente di percorso, questa cosa va a danno dei tifosi. Consiglio al presidente del Napoli – che al momento gode di meritato riconoscimento – di prendere le difese degli utenti”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Troise, giornalista.
“Snobbare l’Europa League è una cosa ridicola che non sopporto da anni. Prima ci togliamo questa convinzione meglio è. Certamente è impossibile giocare sempre con gli stessi, ieri in panchina c’erano Demme e Mertens appena rientrati, deve ancora tornare Ghoulam che non è in lista UEFA. Si possono gestire entrambi i fronti. Leicester ha fatto al Napoli l’effetto della sconfitta di Madrid dell’era Sarri. Il Napoli ha commesso degli errori ma la gara ha dato grande fiducia. Avere una squadra che riesce a gestire il doppio impegno può aiutare anche in campionato. Ovviamente questo riguarda i momenti. A oggi è così, poi a febbraio e marzo si vedrà a che punto sta la squadra ma su questa storia è il momento di fare passi in avanti, fare troppi calcoli ha portato più danni che altro. Anche perché il Napoli non ha questa bacheca strapiena di successi, ha vinto una sola volta in Europa e quella vittoria resta nel cuore di tutti”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Maurizio Pistocchi, giornalista.
“Spalletti giustamente fa il pompiere perché il fuoco dell’eccessivo entusiasmo brucia spesso anche le legittime ambizioni. Il Napoli ha dimostrato di essere competitivo e di avere organizzazione di gioco. Il risultato finale può variare con delle componenti spesso imprevedibili, come un palo o un errore del portiere. Quello che vediamo nel Napoli di oggi è un’identità molto forte, sta bene in campo e si difende con ordine, attacca con precisione e quindi nel complesso le impressioni sono tutte positive ma siamo appena agli inizi. Il Napoli non vinceva così tante partite di fila dal 2017/2018 ma bisogna continuare così. Le prossime 2 gare di campionato contro Fiorentina e Torino diranno molto sulla consistenza del Napoli, Firenze per esempio un campo ostico. Come diceva Benitez, bisogna andare avanti spalla a spalla.
Turnover con lo Spartak Mosca? Io sono convinto che al di là della Champions League le altre coppie siano più un peso che un vantaggio, anche perché giocare di giovedì è sempre un problema. Di fatto c’è un solo giorno per preparare la partita. A mio modo di vedere Spalletti dovrà fare un turnover molto efficace. Probabilmente abbiamo visto qualcosa nei minuti finali sia contro il Cagliari che nelle altre partite. Se io dovessi fare delle scelte, non escluderei la possibilità di un Napoli per la coppa e un Napoli per il campionato.
Sono convinto che la differenza in questo campionato la faranno gli allenatori. Per me Milan e Inter hanno qualcosa in più degli altri a livello di organico ma non dimenticherei la Juventus, che ha un organico tale da poter lasciare fuori Nazionali. Mi sembra che quello che finora ha lavorato meglio, pur essendo arrivato da poco, sia stato proprio Spalletti, che ha dato già un’identità chiara. Ritengo che ancora Inter e Milan abbiano qualcosa in più”.

Commenti