Vicenza-Benevento 2-3: Strega da infarto, si fa rimontare il doppio svantaggio ma la vince al 95′

Il Benevento è impegnato stasera in quel del “Menti” contro il Vicenza. Dopo il roboante 4-0 inflitto alla Reggina, gli uomini di Caserta cercheranno di portare a casa un altro risultato positivo. Di contro il Vicenza, corsaro sul campo del Crotone, venderà cara la pelle. Gli uomini di Brocchi hanno assolutamente bisogno di punti. Si preannuncia una partita ostica, tutta da seguire. Strega che conferma la stessa formazione che ha battuto la Reggina nello scorso turno con Insigne, Lapadula e Improta in attacco. Padroni di casa che si affidano a Diaw per provare a pungere la difesa giallorossa. Proia agirà sulla trequarti al posto di Di Pardo.

Arbitra il match il signor Valeri di Roma

La gara 

Al 15’ si rende pericoloso il Benevento: conclusione di Acampora dal limite dell’area che impegna il portiere avversario. Insiste la Strega e al 17’ ci prova con un tiro di Insigne su sponda di Lapadula, ma para Grandi. Benevento che in questa fase è più incisivo. Prova a replicare il Vicenza con una ripartenza al 19’: Diaw spizza per Zonta, ma la sua conclusione non è delle migliori e Paleari non ha problemi. Grandissima rete di Insigne al 27’: tiro imprendibile dal limite dell’area e pallone che termina la sua corsa all’incrocio dei pali. Imparabile per Grandi. Costretto a uscire Diaw al 33′ per problemi muscolari. Al suo posto entra Giacomelli. Stregoni che controllano bene la gara e non ci sono particolari pericoli da segnalare. La prima frazione di gara si chiude dopo due minuti di recupero con il prezioso vantaggio siglato da Insigne.

Rigore per il Benevento al 55′: nel proteggere il pallone da Improta, Brosco sgambetta Lapadula. Dal dischetto va l’italo-peruviano che spiazza il portiere. Dopo la rete l’attaccante del Benevento viene ammonito per atteggiamento provocatorio nei confronti della tifoseria avversaria. Ne fanno le spese Bruscagin e Giacomelli, particolarmente arrabbiati nei confronti Lapadula. Entrambi vengono ammoniti. Si riversano in attacco con veemenza i padroni di casa. Al 65′ ripartenza rapida del Benevento, ma la conclusione di Acampora, da posizione defilata, sfiora il palo. Vicenza che prova a riaprirla: al 68′ tiro di Giacomelli che viene deviato da Vogliacco e per poco non beffa Paleari. Accorcia le distanze il Vicenza al 76′: Crecco gira in rete un cross di Giacomelli e batte Paleari. Si preannuncia un finale infuocato.

Arriva l’incredibile pareggio all’88’: Giacomelli crossa lungo e va a colpire di testa Dalmonte. Paleari, comunque, non è esente da colpe per quanto concerne l’uscita. Palo per il Benevento al 92′: Sau calcia dal limite dell’area ma era in fuorigioco. Partita da infarto: al ’95 succede quello che non ti aspetti: sugli sviluppi di un corner Barba svetta più in alto di tutti e sigla un gol importantissimo, regalando ai suoi compagni una vittoria incredibile. 

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.