Bruscolotti: “Prima di parlare di Diego contare fino a 100”

Riguardo all’attualità in casa Napoli, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva Giuseppe Bruscolotti, storico ex calciatore partenopeo.

L’ha convinta il Napoli visto in queste ultime due uscite?

“Assolutamente sì. Una squadra coraggiosa e di grande qualità, nonostante le tante assenze”.

Chi l’ha impressionata di più?

“Mi ha impressionato Petagna: che gol contro la Sampdoria! Ora come ora, essendo il Napoli pieno di assenze, potrebbe scalare le gerarchie”.

Si aspetta qualcosa dal mercato?

“Vedremo, io prenderei un centrocampista in più. Può far comodo”.

Come giudica tutte le polemiche legate all’impiego di Zielinski contro la Juve?

“Le solite polemiche sterili del calcio italiano. Non vedo dove siano i problemi. Pensiamo piuttosto a far fronte comune per far sì che il campionato non si fermi, anziché dividerci su queste cose inutili”.

Quale deve essere l’obiettivo stagionale dei partenopei?

“La Champions League, nulla di più. De Laurentiis lo ha sempre detto. Poi, se arriva altro, ben venga”.

Come commenta le dichiarazioni di Federica Cappelletti, poi rettificate il giorno dopo, in merito alla rinominazione del San Paolo a Maradona definito “un ex drogato”?

“Non voglio nemmeno commentare certe parole. Dico solo che, prima di parlare di Diego, si dovrebbe pensare molto a lungo e contare fino a 100. Parole davvero spiacevoli”.

Stando a quanto riportato da Repubblica, la signora Rossi ha detto: “Hanno cacciato un santo, per dedicarlo a un grande calciatore che ha saputo interpretare lo spirito della città e portarla allo scudetto. Giusto così. Non mi pare ci sia stata l’obiezione: però Maradona era un ex drogato”. Il giorno successivo Federica Cappelletti ha scritto un post su Instagram smentendo le dichiarazioni.

Fonte: itasportpress.it

Commenti