Maurizio De Giovanni: “Napoli, tutto in un mese”

“Napoli, ti giochi tutto in un mese”. Così lo scrittore Maurizio de Giovanni, intervenendo quest’oggi a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“Fino al 6 marzo il campionato del Napoli sarà delineato in maniera definitiva, anche le due gare con il Barcellona ci faranno tirare le somme sulla stagione azzurra. Tutto sommato, comunque, direi che l’affrontiamo bene, al di là dei passaggi a vuoto con Sassuolo, Empoli e Spezia il secondo posto è meritato, la classifica rispecchia il valore del Napoli.

Peccato per l’ennesimo infortunio occorso a Lozano: da giallista credo poco nelle coincidenze, lui ed Osimhen hanno un modo di giocare un po’ particolare, la loro irruenza forse li rende più portati ad infortuni traumatici, forse sono un po’ troppo istintivi. Il Chucky è l’unico calciatore della rosa che ha particolari caratteristiche, sono dispiaciuto della sua assenza, spero non sia così lunga.

Per quanto riguarda l’emergenza infortuni forse il peggio è passato, il Napoli è alla fine del periodo più problematico, se però mi guardo attorno le altre squadre si sono rinforzate: vedi l’Inter, che prende Gosens e Caicedo, l’Atalanta che prende Boga, per non parlare della Juve, che a gennaio ha concluso un mercato estivo. Insomma, in questo mese c’è stata una mezza rivoluzione.

In tutto ciò – continua lo scrittore – va dato grande merito a Spalletti, che ha rivitalizzato la rosa, il problema è che questo Napoli dipende molto dal suo terminale offensivo, al di là della vena di Mertens dovremmo sperare nei gol di Osimhen. Ecco, il nigeriano è un calciatore da cui la squadra dipende moltissimo. Se sta bene, se la mascherina non gli procura deficit visivi, sono convinto che tutto il Napoli ne trarrà grandi benefici.

Il rinnovo di Mertens? Dipende da De Laurentiis e anche dalle offerte che riceverà, spero che l’amore che ha per Napoli ed il Napoli possa prevalere”.

Commenti