Gli interventi di Pasquale Salvione e Pasquale Cassese a “1 Football Club”

A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Pasquale Salvione, giornalista de ‘Il Corriere dello Sport’. Di seguito, un estratto raccolto dalla redazione di calcioinpillole.com.

Scelte di formazione del Napoli col Venezia
“Formazione abbastanza delineata. Osimhen favorito da prima punta; nel tridente offensivo alle sue spalle ci saranno Insigne, Zielinski e Politano. Coppia di centrocampo composta da Lobotka e Fabian Ruiz. In difesa solita linea con Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus e Mario Rui. Ospina ha avuto un’intossicazione, quindi dovrebbe andare in panchina. Osimhen sarà sicuramente della partita, buone chances di vederlo dall’inizio”.
Che partita ti aspetti?
“Il Napoli dovrà fare una partita di carattere. Nessuno ha passeggiato a Venezia. La prossima partita c’è lo scontro diretto con l’Inter e il Napoli sa che, contro il Venezia, è fondamentale vincere”
In questo momento Lobotka-Fabian Ruiz insostituibili. Quando tornerà Anguissa che succederà?
“Deciderà Spalletti partita dopo partita. I tanti impegni ravvicinati, penso anche al Barcellona in Europa League, faranno sì che il Napoli dovrà optare per più soluzioni quindi credo che Spalletti sia felice di avere questo ‘problema’.
Una vittoria contro l’Inter nella prossima giornata quanto peserebbe?
“Il Napoli ha un’occasione importante. Una vittoria contro l’Inter non significherebbe nulla perché il campionato non finisce sabato prossimo. Darebbe, però, uno slancio importante visto anche il rientro dei titolari e minerebbe le certezze dei nerazzurri”.
Koulibaly e Anguissa riusciranno a rientrare in Italia evitando la quarantena?
“C’è una deroga, i dirigenti dell’ASL stanno chiarendo la questione. Credo che sia Koulibaly che Anguissa potranno serenamente essere a disposizione per l’Inter dopo il rientro in Italia. A quel punto, sarà solo una scelta tecnica”.
‘Il Corriere dello Sport’ ha parlato di Amazon-Napoli. Hai informazioni al riguardo?
“Non ho seguito la vicenda in prima persona. Non ho informazioni a riguardo quindi non ti so dire”.

A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Pasquale Cassese, imprenditore ed opinionista. Di seguito, un estratto raccolto dalla redazione di calcioinpillole.com.

‘’Wijnaldum e Paredes? Si sapeva che il loro arrivo sarebbe stato impossibile. Senza nulla togliere a questi grandi campioni, in quei ruoli abbiamo calciatori già rodati nel campionato italiano, come Lobotka che, attualmente, è uno dei migliori. Girano tante fake news che nessuno smentisce, io parlo da un anno di Parisi in ottica azzurra e mi hanno sempre dato tutti contro. Ora, però, si stanno ricredendo. Bisogna avere le fonti per dare le notizie. Per me Fabiano è ancora il favorito, altroché Olivera.
Amazon? Il Corriere dello Sport ha parlato, lo scorso lunedì per la prima volta, di voci insistenti, evidentemente la notizia è fondata. Una notizia del genere che riguarda un’azienda quotata in borsa sarebbe stata smentita subito se non fosse stata vera, magari proprio da uno degli addetti stampa di Amazon, come già successo nel 2020 quando si parlava di Grandinetti come nuovo proprietario. Probabilmente De Laurentiis avrà comunicato al quotidiano di iniziare a parlare della notizia, perché è più convieniente a livello di business.
Mertens e Osimhen? Non credo possano giocare insieme domani. La gara di Venezia è una trappola: mi piace molto Zanetti, allenatore molto tenace e umile. Si è visto anche con il Bologna, il Napoli è riuscito a sfondare la difesa schierata con passaggi verticali e movimenti sulle fasce. Credo che sbilanciarsi così tanto non sia una scelta saggia. Lozano? Dispiace per il ragazzo, probabilmente sarebbe meglio salutarlo a fine stagione. So di un interesse di Ancelotti, che con il suo Real potrebbe spendere 180-200 milioni nella prossima finestra di mercato. Il messicano è l’indiziato speciale per lasciare gli azzurri. Fallimento? È stato preso dopo la corte a Pepé, ma ha sempre giocato a sinistra, mentre da noi prima centrale e poi a destra. Avremmo dovuto vederlo nel suo ruolo, ovvero quello di Insigne. Sulla fascia destra non riesce ad incidere specialmente sul tiro: più che fallimento si tratta di un acquisto fatto al momento sbagliato, poiché nel post-Callejon serviva un calciatore da binario, che facesse la fascia come lo spagnolo.
Contatto tra Amazon e il Comune di Napoli? So per certo che stanno iniziando a capire tutto ciò che possono fare in città. È come se una bomba atomica economica entrasse in Campania, in un luogo già esplosivo. A Napoli si può fare tanto e Amazon è potere assoluto, illimitato. Smentite? Stiamo con i piedi per terra, per ora però non ne è arrivata nessuna di rilievo, ma solo da parte di giornalisti che credono di parlare a nome della società ed avere la verità in tasca. Con ADL abbiamo vissuto anni pazzeschi e lo ringrazierò a vita, ma con Amazon si può sognare eccome”

Commenti