Gli interventi di Nando Orsi, Mimmo Malfitano e Adolfo Mollichelli a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Nando Orsi, opinionista.
“Mancini andrà a vedere Napoli-Inter, sicuramente è uno che guarda la crescita di tutti i giocatori, anche quelli già affermati, si dovrà rendere conto anche delle risorse che ha. Qualità? Il Napoli ha una squadra quasi interamente di qualità, almeno dal centrocampo in avanti. Fisicamente l’Inter è sicuramente superiore, tatticamente Spalletti ci sa fare ed è un grande stratega, abbiamo visto quando il Napoli era senza giocatori. Al completo il Napoli aveva stracciato il campionato. Fabian Ruiz ti dà tecnica, forza fisica, tiro, passaggio lungo o corto. Lobotka sta andando benissimo ma io non mi aspetto un Fabian Ruiz fuori, bensì un dubbio tra lo slovacco e Anguissa. Koulibaly? Sarà carico a mille, il Napoli l’ha aspettato tanto, non sarebbe giusto lasciarlo fuori.
Il Napoli può soffrire sulle fasce? Dipende molto da Politano e Insigne, da che tipo di lavoro faranno. La partita sarà molto tattica, Spalletti e Inzaghi studiano il match in maniera maniacale. Agli esterni si dovrà chiedere di essere bravi anche nella fase difensiva. Occhio anche alla posizione di Dzeko come regista offensiva, sarà una bella partita a scacchi”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Mimmo Malfitano, giornalista.
“Sicuramente lo stadio domani sarà l’uomo in più ma l’emozione di queste vigilie è sempre particolare. L’attesa è snervante e spasmodica anche per domani, anche se va detto che non credo che sia una partita decisiva. Al termine del campionato mancheranno comunque 13 giornate, ci sarà tanto ancora da giocare e da vedere. Sicuramente però sarà una gara indicativa delle ambizioni eventuali del Napoli per lo Scudetto. Anche per l’Inter se non dovesse vincere significherebbe potersi trovare sotto se non addirittura terzo, ritornerebbe in gioco tutto. Partita importantissima e difficile per entrambe le squadre. Sono convinto che Napoli e Inter battaglieranno fino in fondo, a prescindere dal risultato di domani. Koulibaly? Chiaro voglia giocare, la sfida ha un fascino talmente grande che per chiunque è importante parteciparvi. Obiettivamente però Spalletti non so se abbia già deciso, di certo non sarà semplice scegliere perché dovrebbe mettere fuori Juan Jesus che ha disputato partite di alto rendimento. Credo che inizialmente giocheranno lui e Rrahmani, magari con Koulibaly che entrerà a partita in corso. Sarà molto difficile comunque vedere in campo sia Koulibaly che Anguissa. Insigne? Un giocatore che sa che deve andar via non so quanto può rendere, per me la critica è troppo buonista nei suoi confronti. Può dare tanto ma tanto di più e non lo sta dando. Non conosco il motivo, magari è di natura fisica o forse c’è un piccolo condizionamento psicologico”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Adolfo Mollichelli, giornalista.
“Moggi ha detto che se il Napoli vince domani vince lo Scudetto? A me sembra solo una cosa di scaramanzia. Io comunque sostengo che sia una partita spartiacque. Chiaramene se il Napoli vince di fatto resta in corsa per il titolo fino alla fine. L’importante sarà di battere l’Inter cercando di annullare gli eventuali 3 punti che l’Inter farà a Bologna. Koulibaly? Come si fa a lasciarlo fuori in una partita così? Anche perché può essere utile sui calci piazzati contro un’Inter pericolosa. L’importante è limitarne alcuni giocatori, per quanto sia possibile. Facile citare Brozovic e Barella, tra regia e incursioni. Una vittoria dello Scudetto significherebbe riagganciarsi a un passato glorioso, anche se senza il Dio del pallone: io ci credo”.

Commenti